Arcoiris TV

Chi è Online

113 utenti
Libri.itN.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009DIAN HANSONSEBASTIO SALGADO. GOLD - edizione limitataSTEVE MCCURRY. ANIMALSIL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!




Tag: una

Totale: 73

Sulle dita di una mano - Iran

con i ragazzi de: La Scena dell'Incontrodrammaturghi: Elena Benvenuti, Ana Candida de Carvalho Carneiro, Lorenzo Cimmino, Anna Gubiani, Viviana Salvati, Giulia Venturaregisti: Caterina Bartoletti, Lorenzo Cimmino, Giovanni Dispenza, Giulia Franzaresi, Alvaro Maccioni, Alessandro Migliucci, Giulia Venturacoordinamento drammaturgico: Gigi Gherzicoordinamento registico: Pietro FloridiaCinque piccole sale per cinque piccoli spettacoli, nei quali parlare di cinque paesi lontani e diversi, ma che vale la pena raccontare, anzi, meglio, incontrare. Un piccolo-grande evento di teatro itinerante per dar vita a cinque quadri spettacolari, creati a partire dal materiale di prima mano che i giovanissimi artisti coinvolti (circa un'ottantina di ragazzi tra i 15 e i 25 anni) hanno raccolto nei loro colloqui con coetanei brasiliani, boliviani, israeliani, palestinesi, iraniani e mozambicani: storie di vita vissuta in paesi dove l'emergenza fa parte del quotidiano, dove l'ordinaria amministrazione è sempre straordinaria.Non solo questi cinque gruppi sono composti da giovanissimi attori, ma sono stati guidati a comporre i rispettivi lavori da giovani registi e drammaturghi, che hanno lavorato a stretto contatto con i membri più "anziani" della compagnia del Teatro dell'Argine e con Gigi Gherzi, drammaturgo e regista milanese. Ogni gruppo ha attivato contatti con referenti di ciascuno dei paesi in oggetto, talvolta privati cittadini, più spesso comunità o associazioni come centri per orfani, centri giovanili, associazioni per la rivendicazione di diritti o associazioni italiane di fuoriusciti e persino una compagnia teatrale.

Sulle dita di una mano - Bolivia

con i ragazzi de: La Scena dell'Incontrodrammaturghi: Elena Benvenuti, Ana Candida de Carvalho Carneiro, Lorenzo Cimmino, Anna Gubiani, Viviana Salvati, Giulia Venturaregisti: Caterina Bartoletti, Lorenzo Cimmino, Giovanni Dispenza, Giulia Franzaresi, Alvaro Maccioni, Alessandro Migliucci, Giulia Venturacoordinamento drammaturgico: Gigi Gherzicoordinamento registico: Pietro FloridiaCinque piccole sale per cinque piccoli spettacoli, nei quali parlare di cinque paesi lontani e diversi, ma che vale la pena raccontare, anzi, meglio, incontrare. Un piccolo-grande evento di teatro itinerante per dar vita a cinque quadri spettacolari, creati a partire dal materiale di prima mano che i giovanissimi artisti coinvolti (circa un'ottantina di ragazzi tra i 15 e i 25 anni) hanno raccolto nei loro colloqui con coetanei brasiliani, boliviani, israeliani, palestinesi, iraniani e mozambicani: storie di vita vissuta in paesi dove l'emergenza fa parte del quotidiano, dove l'ordinaria amministrazione è sempre straordinaria.Non solo questi cinque gruppi sono composti da giovanissimi attori, ma sono stati guidati a comporre i rispettivi lavori da giovani registi e drammaturghi, che hanno lavorato a stretto contatto con i membri più "anziani" della compagnia del Teatro dell'Argine e con Gigi Gherzi, drammaturgo e regista milanese. Ogni gruppo ha attivato contatti con referenti di ciascuno dei paesi in oggetto, talvolta privati cittadini, più spesso comunità o associazioni come centri per orfani, centri giovanili, associazioni per la rivendicazione di diritti o associazioni italiane di fuoriusciti e persino una compagnia teatrale.

Sulle dita di una mano - Brasile

con i ragazzi de: La Scena dell'Incontrodrammaturghi: Elena Benvenuti, Ana Candida de Carvalho Carneiro, Lorenzo Cimmino, Anna Gubiani, Viviana Salvati, Giulia Venturaregisti: Caterina Bartoletti, Lorenzo Cimmino, Giovanni Dispenza, Giulia Franzaresi, Alvaro Maccioni, Alessandro Migliucci, Giulia Venturacoordinamento drammaturgico: Gigi Gherzicoordinamento registico: Pietro FloridiaCinque piccole sale per cinque piccoli spettacoli, nei quali parlare di cinque paesi lontani e diversi, ma che vale la pena raccontare, anzi, meglio, incontrare. Un piccolo-grande evento di teatro itinerante per dar vita a cinque quadri spettacolari, creati a partire dal materiale di prima mano che i giovanissimi artisti coinvolti (circa un'ottantina di ragazzi tra i 15 e i 25 anni) hanno raccolto nei loro colloqui con coetanei brasiliani, boliviani, israeliani, palestinesi, iraniani e mozambicani: storie di vita vissuta in paesi dove l'emergenza fa parte del quotidiano, dove l'ordinaria amministrazione è sempre straordinaria.Non solo questi cinque gruppi sono composti da giovanissimi attori, ma sono stati guidati a comporre i rispettivi lavori da giovani registi e drammaturghi, che hanno lavorato a stretto contatto con i membri più "anziani" della compagnia del Teatro dell'Argine e con Gigi Gherzi, drammaturgo e regista milanese. Ogni gruppo ha attivato contatti con referenti di ciascuno dei paesi in oggetto, talvolta privati cittadini, più spesso comunità o associazioni come centri per orfani, centri giovanili, associazioni per la rivendicazione di diritti o associazioni italiane di fuoriusciti e persino una compagnia teatrale.

Saverio Tommasi intervistato dentro la gabbia

Saverio Tommasi, ideatore della protesta contro i Centri di Permanenza Temporanea che lo ha visto rinchiuso per tre giorni in una gabbia a Piazzale Michelangelo (Firenze), spiega il senso politico e sociale della protesta e il bisogno di maggiori diritti per tutte/i.Promotori (in ordine alfabetico):Marco BazzichiLisa ClarkOrnella De ZordoTommaso FattoriMercedes FriasSaverio Tommasi

Visita: www.saveriotommasi.it

La rivoluzione ambientale. Dagli incontri con gli scienziati all'opinione politica

Terzo incontro del ciclo "La rivoluzione ambientale. Dubbi, domande, risposte della scienza". Introduce Fernando Martini. Partecipano Bruna Brembilla e Carlo Maria Giorgio Masseroli. Coordina l'incontro Ferruccio Capelli.L'iniziativa è promossa con la collaborazione del "Comitato Amici del Metrobosco. Il parco della Lambretta".Casa della Cultura, 14 aprile 2008

Visita: wwwparcolambretta.it

Visita: www.casadellacultura.it

Consiglio Comunale 15-05-2008 Privatizzare l'acqua a Castellammare

Consiglio comunale a Castellammare di Stabia, 15 maggio 2008.Comitati, associazioni di cittadini e istituzioni, rilanciano la pubblicizzazione dell'acqua.Video realizzato da Marco CuomoPromosso da Arcoiris Campania

Visita: www.demograssic.org

Privatizzazione acqua Consiglio Comunale di Catellammare

Consiglio comunale a Castellammare di Stabia, il 13 maggio 2008.In mattinata l'acqua è stata privatizzata. I Cittadini stabiesi chiedono di non dare vinta alla "Gori" la battaglia. Nuovo consiglio comunale per giovedi 15 maggio.Video realizzato da Mario CuomoVisita il sito: www.demograssic.org Promosso da Arcoiris Campania

Visita: www.demograssic.org

Comunità Garifuna dell'Honduras - Alfredo Lopez

Conferenza stampa tenuta presso la sala stampa del senato il 4.10.2007 da Alfredo Lopez, dirigente di OFRANEH, l'associazione che si batte per i diritti delle comunità Garifuna dell'Honduras minacciate da un progetto turistico nella località di Tela che vede la partecipazione dell'impresa italiana Astaldi e dalla lavorazione nell'arcipelago dei Cayos Cochinos del programma rai "L'isola dei famosi".

D'ici, de là-bas Surtout Lausannois !

Campagne pour les élections communales en pays de Vaud
Février 2006
Votation historique. Un exemple te citoyenneté
Pour la première fois participent les étrangers
-Sur une idée et réalisation de Sergio Medina, CdS Producciones-
Campagne pour les élections municipales de mars 2006 dans le canton de Vaud, Suisse, et pour les referendums contre les lois Blocher, qui limitent le séjour des étrangers non communautaires en Suisse, quelque soit leur nationalité, pour autant qu'ils soient en Suisse depuis 10 ans et qui séjournent dans le canton au moins 3 ans.
Votation historique : pour la première fois les étrangers peuvent nos seulement participer à des élections municipales, mais peuvent aussi être élus.
Après la approbation de la nouvelle constitution vaudoise, les étrangers peuvent voter et être élus dans les communes du canton, fait unique dans un canton suisse, où jusqu'à il y a quelques lustres, les femmes n'avaient pas le droit de vote dans certaines communes de la "Suisse profonde". Le canton de Vaud fut pionnier dans les droits de vote de femmes en 1959! Dans la plupart de cantons les étrangers n'ont le droit que de payer leurs impôts et les cotisations sociales.

Realización: Sergio Medina

Visita: www.correodelsur.ch

06)- Intervento di Federico Pietrangolini

Una Costituzione per l'Europa?
Potenzialità e limiti del nuovo ordinamento dell'Unione
Presentazione del volume a cura di Federico Petrangeli
Scarica la locandina dell'evento!