Chi è Online

121 utenti
Libri.itIL PRINCIPE CERCA MOGLIEBEFORE EASTER AFTER - edizione limitataTHE SARTORIALIST. INDIASIGNOR SINGHIOZZOROBERT CRUMB. SKETCHBOOK, VOL. 5: 1989 -1998
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: teatro

Totale: 119

“Kabul, Andata e Ritorno” – Intermezzo di poesia e musica

Il 15 maggio 2009, presso il Teatro Monteverdi di Cremona ha avuto luogo l’incontro “Kabul, andata e ritorno” organizzato dall’Associazione Immigrati Cittadini onlus, Cisvol Cremona e AFS onlus intercultura. In questa parte possiamo vedere l’intermezzo musicale e poetico a cura di Cristina Delmastro (voce narrante), Maurizio Murdocca (tabla) e Butrus Bishara (liuto).Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

“Kabul, Andata e Ritorno” – Intervento di Qorbanali Esmaeli

Il 15 maggio 2009, presso il Teatro Monteverdi di Cremona ha avuto luogo l’incontro “Kabul, andata e ritorno” organizzato dall’Associazione Immigrati Cittadini onlus, Cisvol Cremona e AFS onlus intercultura. In questa parte vediamo l’intervento di Qorbanali Esmaeli, presidente dell’Associazione Culturale Afghani d’Italia, punto di riferimento per la comunità afghana in Italia, operatore socio-sanitario e mediatore culturale presso la Comunità di Sant’Egidio: nel corso dell’intervento vengono analizzati vari temi, tra i quali la complessa realtà dell’Afghanistan, autentico mosaico di culture ed etnie oltre che terra martoriata da una guerra devastante, i rapporti interculturali e la questione dei rifugiati.Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

FIATo sul collo

“FIATo sul collo” racconta la vita di Antonio e Angela. Lavorano nello stabilimento lucano della Fiat-Sata di Melfi. Vivono ad Acerenza (PZ) e quando nel 1994 la Fiat seleziona gli operai da assumere attraverso contratti di formazione lavoro, parte il loro “sogno americano”: entrare in Fiat ed avere lo stipendio fisso.La realizzazione del sogno, che festeggiano con torta e candeline, li porta al matrimonio, all’acquisto, attraverso mutui bancari, di una piccola casa e di una fiat Punto. E’ tale l’illusione della raggiunta tranquillità economica che subito mettono al mondo due bambine.La vita quotidiana in fabbrica però, a poco a poco, trasforma il loro sogno in incubo. Attraverso la loro vita scopriremo cosa significano formule come “doppia battuta”: la fatica di 12 notti consecutive di lavoro anche per le donne; ritmi impossibili da sostenere e salari striminziti che provocavano focolai di protesta e conseguenti licenziamenti e provvedimenti disciplinari.

Visita: www.uldericopesce.com

L'uccellino della radio: “Il pinguino innamorato”

NADiRinforma propone “ Il pinguino innamorato”, estratto dello spettacolo “L´uccellino della radio” che vede impegnati i Blue Penguin e la Compagnia della Quarta in una narrazione musicale a cappella sugli anni ´40 di Bologna . Con L´uccellino della radio i Blue Penguin e la Compagnia della Quarta si cimentano in un progetto di grande impegno sociale, basato sulla rievocazione della memoria storica del nostro territorio, per non dimenticare le radici culturali da cui è nata la società del dopoguerra. La narrazione non segue le vicende della "grande storia", ma è improntata sulla cronaca quotidiana e fa rivivere i piccoli accadimenti della vita di tutti i giorni, descrivendo dal punto di vista di un bambino le giornate di una famiglia come tutte le altre durante la guerra. Sono proprio gli occhi dei bambini, che non hanno vissuto altri tempi se non quelli della guerra, ad accompagnarci da vicino nel racconto, restituendo meglio di qualunque altro punto di vista la realtà quotidiana. Testi e arrangiamenti di Andrea Rizzi.Blue Penguin con Giuseppina Randi.Regia di Mario Coccetti.Audio: Marco Vallin (MV Studio Service)

Visita: www.bluepenguin.it

L'uccellino della radio: “Pippo non lo sa”

NADiRinforma propone “ Pippo non lo sa”, estratto dello spettacolo “L´uccellino della radio” che vede impegnati i Blue Penguin e la Compagnia della Quarta in una narrazione musicale a cappella sugli anni ´40 di Bologna.Uno spettacolo musicale e di narrazione sulle canzoni della radio degli anni ´40, quando l´Italia in guerra cantava Rabagliati e il Trio Lescano. L´occupazione di Bologna del triennio 1943-45 è qui rivissuta nelle storie di due famiglie attraverso gli occhi di Guido, un bambino di dieci anni che ricorda la guerra come un grande gioco in cui il lato tragico è sempre nascosto alla sua vista. Un racconto, dolce e amaro allo stesso tempo, che prende spunto da fatti realmente accaduti e descrive fedelmente testimonianze storiche con apparente spensieratezza, rivisitando le sofferenze imposte dalla guerra alle famiglie comuni del territorio bolognese, dalla città dentro le mura fino alle zone dello Appennino e della bassa. Testi e arrangiamenti di Andrea Rizzi.Blue Penguin con Giuseppina Randi.Regia di Mario Coccetti.Audio: Marco Vallin (MV Studio Service)

Visita: www.bluepenguin.it

Racconti di gente giusta - PROMO VIDEO

Promo dello spettacolo di teatro civile "Racconti di gente giusta", scritto diretto e interpretato da Saverio Tommasi.Info: www.saveriotommasi.it

Racconti di gente giusta - di e con Saverio Tommasi

Spettacolo di fatti, memorie e civiltà. Appunti partigiani, taccuini di guerra.Scritto diretto e interpretato da Saverio Tommasi dopo una lunga fase di indagine sui territori con interviste, letture, richieste di racconti, memorie dissepolte.

Visita: www.saveriotommasi.it

10 anni... Fabrizio De Andrè: l'incontro, a sostegno dell'associazione umanitaria Emergency

Nasce dal desiderio di alcuni importanti musicisti della scena pordenonese lo spettacolo 10 anni... Fabrizio De Andrè: l'incontro, a sostegno dell'associazione umanitaria EmergencyUn progetto affascinante e complesso, lontano dai tradizionali "tributi", unico nel suo genere perchè vede riuniti sul palco in una "super-band", che proporrà i più importanti brani del repertorio di De Andrè, artisti provenienti da complessi musicali differenti. Ne deriva una mescolanza di stili che spaziano dal rock al jazz, passando per folk, swing, pop d'autore, fino ad arrivare ai territori della musica etnica. Tra gli artisti coinvolti, con la direzione artistica dei Madaleine Ackustica, esponenti di gruppi molto noti nella scena musicale del territorio.

Tutti i filmati inviati da EMERGENCY

rocco barbaro show

show di rocco barbaro tenutosi al centro sociale cartella di reggio calabria il 24 aprile 2009

"La febbre" di Wallace Shawn

NADiRinforma propone la lettura de "La febbre", un monologo teatrale scritto da Wallace Shawn (attore di Woody Allen, protagonista di Cechov nella 42esima strada, di Louis Malle nonché sceneggiatore e interprete di My dinner with Andrè, sempre di Malle). Shawn con La febbre racconta del confronto fra il benessere occidentale e la povertà del terzo mondo, vissuto in diretta: un borghese in viaggio nel sud - accasciato nella sua stanza d'hotel tra vomito e scarafaggi - è vittima di tutto ciò che ha visto (soprattutto il dolore degli altri), un impatto durissimo per via della realtà da cui proviene.Questa rappresentazione fa parte del progetto "Officina I Care". Nato nel 2008 ha lo scopo di proporre tematiche di dibattito affrontandole con una metodologia orizzontale, senza l'esperto della situazione: ognuno diventa "esperto" di se stesso potendo raccontare la propria esperienza o condividere il proprio pensiero sull'ARGOMENTO trattato.E' un invito al VIAGGIO per conoscere i luoghi dell'oppressione, dello sfruttamento e dell'esclusione nel sud del mondo e a Bologna.E' un LABORATORIO di idee, incontro, DISCUSSIONE e impegno sociale.Tutto questo attraverso LETTURE di testi teatrali e non, CONCERTI, incontri con TESTIMONI.Il Centro Studi "Giuseppe Donati" è nato grazie all'intuito e al lavoro di don Tullio Contiero. Da molti anni propone alla Città e all'Università momenti culturali quali incontri, seminari, conferenze e viaggi-studio nei paesi del Sud del Mondo.Dall’esperienza di d. Contiero sono nate due associazioni una che raggruppa i suoi ex allievi (lavoratori, religiosi, professionisti, docenti universitari e non, ...) l’altra è costituita da studenti dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.L’associazione studentesca Centro Studi politici e sociali “Giuseppe Donati” ha sede in via di Corticella 179/4 - 40128 Bologna presso un locale di proprietà dell’Editrice Missionaria Italiana.L’associazione Centro Studi “Giuseppe Donati” degli “adulti” ha sede in via Marsala 33 – 40126 Bologna (entrata da Vicolo Luretta 3/A) ed ha anche il compito di sostenere l’associazione studentesca.Scopo delle due associazioni è concorrere alla formazione degli studenti universitari negli ambiti culturale, sociale, politico e spirituale, sui temi della Giustizia e della Pace.Voce narrante: Andrea MontuschiPianoforte: Davide NicodemiAdattamento Testo: Mariangela Cofone

Visita: www.mediconadir.it