Arcoiris TV

Chi è Online

208 visite
Libri.itD&AD. THE COPY BOOKESCHER, LO SPECCHIO MAGICOGIACINTOGUSTAV KLIMT. TUTTI I DIPINTI - #BibliothecaUniversalisKAY NIELSENS A THOUSAND AND ONE NIGHTS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: teatro

Totale: 108

La forza del destino

Leonora di Vargas e Don Alvaro, per evitare l'opposizione al loro matrimonio del padre di lei, il marchese di Calatrava. si preparano a fuggire, ma i due vengono sorpresi dal marchese. Alvaro getta a terra la sua pistola, da cui parte un colpo che uccide il vecchio. I due sventurati amanti scompaiono nella notte. Il fratello di Leonora, Don Carlo, deciso a vendicare la morte del padre, si mette alla ricerca dei due amanti. Leonora viene accolta in un monastero da Padre Guardiano e vive in eremitaggio Don Alvaro è capitato nei granatieri spagnoli, convinto che la giovane sia morta. Giunge Carlo, ma i due non si conoscono. Alvaro cade ferito in battaglia dopo aver salvato Carlo e l'affida una valigia con un plico sigillato contenente un segreto che non dovrà mai essere rivelato: Carlo, pero, apre la valigia, dentro la quale trova un ritratto di sua sorella Leonora. Nell'accampamento, intanto, la zingara Preziosilla predice il futuro e incita i soldati alla battaglia. Giunge Carlo e sfida Alvaro, che e guarito, a duello. Sopraggiunge la ronda che le separa e Alvaro scappa e trova rifugio in un monastero. Don Carlo scopre il nascondiglio di don Alvaro, che adesso si fa chiamare Padre Raffaele, e lo sfida nuovamente a duello. In un primo momento don Alvaro rifiuta il confronto ma, sentendosi chiamare codardo e mulatto, ferisce Carlo a morte. Cerca un confessore per dare all'agonizzante gli ultimi conforti. Esce Leonora che, inaspettatamente riconosciuta dal giovane, si accinge a ricongiungersi con lui. Si precipita dal fratello che, ancora ossessionato dal desiderio di vendetta, la pugnala. Raggiunta dal padre Guardiano, Leonora spira tra le braccia di don Alvaro, augurandosi di ritrovarlo in cielo. Egli, rimasto definitivamente solo sulla terra, maledice ancora una volta il proprio destino. Ecco il tenore di fama internazionale Manrico Tedeschi interpretando Don Alvaro, uno dei suoi cavalli di battaglia, e uno dei ruoli piu impegnativi del suo repertorio.

Testimoni - Primo Levi - Auschwitz 1944

TESTIMONICHI HA VISTO, CHI HA VISSUTOE CHI HA VOLUTO RACCONTAREdi e con Marco CortesiCi sono eventi che hanno cambiato la storia. Ci sono uomini e donne che sono stati testimoni diretti di questi eventi e che con le loro stesse parole hanno voluto raccontare ciò che hanno visto e vissuto. E ci sono parole che sono state in grado di cambiare il nostro mondo, parole che sono la sintesi delle idee, delle aspirazioni e talvolta degli sconvolgimenti di un’epoca. Questo è “Testimoni”: una serie di brevi documentari dove le immagini ed i documenti video di eventi determinanti della storia contemporanea sono accompagnati dalle parole di chi tale storia l’ha vista, l’ha vissuta in prima persona ed in molti casi l’ha fatta.For more info:info@marco-cortesi.com

Visita il sito: www.marco-cortesi.com

Marcella

Idillio moderno in tre episodi di Henri Cain e Edouard AdenisMusica di Umberto Giordano 1867-1948Prima rappresentazione: Milano, Teatro Lirico, 9 novembre 1907 Nuovo allestmento del Teatro Umberto Giordano di Foggia, nel centenario della prima rappresentazione dell'opera.Foggia: 7 dicembre, 2007 Personaggi ed Interpreti Marcella - Serena Daolio (soprano)Giorgio - Manrico Tedeschi (tenore)Drasco - Gabriele Ribis (baritono)Vernier - Marcello Rosiello (baritono)Clara - Anna Maria Stella Pansini (soprano) Orchestra Sinfonica di Capitanata diretta da Gianna Fratta Regia - Aldo Tarabella Scene - Nicola Delli Carri L’idillio è diviso in tre episodi, dai titoli ‘Trovata’, ‘Amata’, ‘Abbandonata’. Nel primo, in un ristorante alla moda di Parigi, si incontrano Marcella e Giorgio: ella lo crede uno studente, mentre è di ricca e nobile famiglia. Giorgio la difende dagli scherzi di alcuni ragazzi e Marcella gli racconta la sua vita: cattive compagnie, l’idea ossessiva del suicidio; Giorgio decide di proteggerla e la bacia. Nel secondo episodio i due innamorati vivono, ormai da tre mesi, in campagna; Marcella racconta all’amica Clara la sua felicità, anche se da qualche giorno ha notato che Giorgio è turbato. Marcella ascolta una conversazione tra Giorgio e il suo amico Drasco; apprende così che l’amato è un principe che deve rientrare a corte: nel suo paese è infatti scoppiata una sommossa. Nel terzo e ultimo episodio i due amanti si dicono addio. Dopo un lungo commiato, Giorgio parte; Marcella, che ha preferito sacrificarsi non seguendolo, piange mentre la carrozza del principe si allontana.

Norma

L'azione si svolge nelle Gallie, all'epoca della dominazione romana.La sacerdotessa Norma, figlia del capo dei Druidi Oroveso, è stata l'amante segreta del proconsole Pollione, dal quale ha avuto due figli, all'insaputa di tutti. Pollione si innamora di una giovane novizia del tempio, Adalgisa . Adalgisa chiede un colloquio a Norma per aprirle il proprio animo e confessarle di aver mancato al voto di castità.Norma, la scioglie dai voti. Quando Adalgisa indica Pollione come suo innamorato, Norma rivela tutto ad Adalgisa, che sdegnata respinge Pollione. Norma, sconvolta dalla rivelazione, decide di uccidere i due figli, ma cede al sentimento materno. Fa chiamare Adalgisa e la prega di adottare i bambini e di portarli a Roma, dopo essersi sposata con Pollione. Ma Adalgisa rifiuta e promette a Norma di convincere Pollione a tornare da lei. Pollione viene catturato da Oroveso e Norma gli offre la vita purché egli abbandoni Adalgisa. L'uomo rifiuta e Norma decide che la vittima sacrificale:sara una sacerdotessa che ha infranto i sacri voti e tradito la patria. Sta per pronunciare il nome di Adalgisa e invece pronuncia il proprio nome. Commosso, Pollione comprende la grandezza di Norma e decide di morire con lei. Norma sale sul rogo con l'uomo amato.Opera lirica in due AttiMusica di Vincenzo Bellini, Libretto di Felice Romani - Personaggi ed Interpreti Pollione - proconsole di Roma nelle Gallie - Manrico Tedeschi (tenore)Oroveso - capo dei Druidi - Enzo Capuano (basso)Norma - druidessa, figlia di Oroveso - Natalia Dercho (soprano)Adalgisa - giovane ministra del tempio d'Irminsul - Geraldine Chauvet (mezzo)Clotilde - confidente di Norma - Gabriella Grassi (soprano)Flavio - amico di Pollione -Costantino D'Aniello (tenore) Orchestra e Coro del Teatro Francesco Cilea diretti da Julian Kovatchev Regia di Flavio Trevisan Costumi di Eugenio GirardiTeatro Francesco Cilea - Stagione 2007

Donne alla ribalta. Festival di teatro di figura al femminile

NADiRinforma propone la visione del video sul festival"Donne alla ribalta", dedicata alle donne burattinaie tra passato e presente. La rassegna teatrale, svoltasi a Bologna dal 4 al 7 luglio 2011 in Piazza dei Colori, ha visto l’alternarsi di spettacoli di pupazzi, burattini, ombre e teatro d’oggetti, accomunati dal legame con l’universo femminile e portati in scena da compagnie di marionettiste.Una giornata di studio, dal titolo "Donne alla ribalta. il ruolo delle burattinaie nel teatro di figura dell'Emilia-Romagna", ha fornito l'occasione per riflettere sull’importante contributo delle donne al rinnovamento e alla conservazione dell’antico mestiere di burattinaio. Il convegno a cura dell’Associazione Teatrino a due Pollici, in collaborazione con l'IBC, ha visto la partecipazione di Marianna De Leoni, delle compagnie Nasinsù, Officine Duende, Teatrino di Mangiafuoco, I Burattini di Riccardo.Visita il sito: teatrinoaduepollici

Visita il sito: www.mediconadir.it

Compagnia della Quarta presenta: Cento Cose

Quali sono le cento cose che si frappongono tra ciò che vorremmo essere è ciò che siamo costretti ad essere? Cento cose che condizionano la nostra esistenza imprigionandoci in un ruolo che non ci appartiene. Uno spettacolo per tre personaggi e video sulla difficoltà di riconoscersi nei meccanismi della società contemporanea. Un'attrice, un musicista e una ballerina costretti a inseguire o abbandonare la propria identità, vivendo le farse e i drammi che solo il mondo reale sa accostare con cinismo. La narrazione non è compiuta con le parole ma viene lasciata al corpo, attraverso un codice comunicativo che fonde l'approccio coreografico della danza e la gestualità della recitazione. Spettacolo vincitore del concorso "La quarta onda" promosso da Associazione Media, Comune e Università di Bologna. scritto e diretto da Mario Coccetti con Silvia Magnani, Patrizia Proclivi, Alessandro Migliucci Andrea Rizzi (video) Regia video Lorenzo Cimmino CostumiCristina Gamberini

Visita il sito: www.compagniadellaquarta.it

Il baule di Totò

Visita al baule discena di Totò, contenente gli effetti personali ed i cotumidi scena.

Saverio Tommasi: Fecondazione eterologa, Maria Giuseppe e Gesù

Saverio Tommasi apre la trasmissione "Inchieste", ideata e condotta dalla giornalista Patrizia Menghini, con un monologo in diretta, raccontando la prima fecondazione eterologa della storia: Maria, Giuseppe e Gesù.

Visita il sito: www.saveriotommasi.it

Il teatro per uscire dal pensiero paranoide, conferenza di Mauro Scardovelli

Qual'è la ragione per cui facciamo teatro? E' uno dei modi per uscire dal pensiero ordinario che paralizza il nostro cervello, lo rende ottuso e impedisce all'anima di evolvere e di esprimere tutte le sue potenzialità. In un seminario sul teatro viene affrontato il tema del pensiero paranoide, un tipo di pensiero distorto, che ci rende ottusi, incapaci di connetterci con la realtà ed aprirci all'amore.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

IL RAPPORTO LUGANO ovvero come salvare il capitalismo nel XXI secolo - videopromo

Un gruppo di scienziati, economisti, fiscalisti, tra i più importanti e rinomati al mondo, è stato convocato in una Villa di Lugano, in Svizzera, per studiare la situazione attuale del sistema capitalistico e continuarne il mantenimento. “Il Rapporto Lugano” ne è il risultato, in cui gli esperti dichiarano che il futuro del Capitalismo è in pericolo nel ventunesimo secolo. Urgono pertanto misure efficaci! Segue una descrizione implacabile del mondo che ci aspetta. Un mondo dove si sostituisce la legge del mercato al contratto sociale, il capitale al lavoro, un mondo dove “i perdenti” dovranno sacrificarsi a vantaggio dei “vincitori” in modo che questi possano ragionevolmente continuare la loro ricerca della “felicità”. Ed il metodo più efficace per raggiungere e mantenere tale obbiettivo è spaventosamente semplice e sotto gli occhi di tutti.Un rapporto che getta nello sconforto, documentato, inattaccabile e appassionante, che ci permette di interrogarci sul mondo e la sua “globalizzazione”, sui meccanismi fondamentalmente perversi del capitalismo ultra-liberale: la sua scelleratezza ecologica, economica e sociale.Prima di essere una partizione per sola attrice, “Il Rapporto Lugano” era un romanzo fanta-politico di Susan George; purtroppo oggi la fantasia è stata sostituita dalla realtà.....da Susan Georgecon Antonella Questaregia Virginia Martiniuna produzione LaQ-Prod

Visita il sito: www.laq-prod.net