Arcoiris TV

Chi è Online

235 utenti
Libri.itWEB DESIGN. THE EVOLUTION OF THE DIGITAL WORLD 1990-TODAYATTI DELLA GLORIOSA COMPAGNIA DEI MARTIRIWALTER CHANDOHA. CATS. PHOTOGRAPHS 19482018LINDA MCCARTNEY. POLAROIDSLA MAGIA DEL MANOSCRITTO. COLLEZIONE PEDRO CORRA DO LAGO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: rete

Totale: 125

Majano Jayo Dyiga

XXIII FESTIVAL DE CINE LATINO AMERICANOConcurso Arcoiris TV - Premio del Público On LineIncontro fra un antropologo-mitologo e uno sciamano della comunità Uitoto: il dialogo si focalizza sulla cosmogonia di questo popolo indigeno dell'alta Amazzonia, quasi decimato dalle compagnie di caucciù agli inizi del XX secolo. Nel mezzo di una città caotica, Bogotá, la presenza di una cultura superstite della foresta porta una ventata di speranza constatando la permanenza di questi valori precolombiani.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Sergio GarcíaMontaggio: John Richard NietoMusica: Ivonne CaicedoSuono: Saúl DuarteInterpreti: Ivonne CaicedoProduzione: MinculturaAnno di produzione: 2002Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Raúl Gómez Jattin o la ensoñación

XXIII FESTIVAL DE CINE LATINO AMERICANOConcurso Arcoiris TV - Premio del Público On LineSul filo dell’età matura, Raúl Gómez Jattin, uno dei migliori poeti moderni della Colombia, racconta passaggi della propria biografia e aspetti della propria opera, riferendosi costantemente allo stato del sogno, ideale per la sua scrittura.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Iván PonceMontaggio: Beatriz VelásquezMusica: Adolfo MejíaSuono: Victor Navarro, Pedro RojasProduzione: ColculturaAnno di produzione: 1995Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

La noche y el día siguiente. La muerte de Silva

Il biografo del poeta José Asunción Silva, Enrique Santos Molano, avanza nel documentario l’ipotesi di omicidio e non di suicidio in relazione alla scomparsa del gran vate creatore del Modernismo nella poesia in lingua spagnola. Inoltre, alla fine scopre una storia che non era conosciuta prima del suo Centenario: ebbe una figlia e una nipote che rende questa testimonianza.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Enrique Santos MolanoFotografia (colore): Manuel AlvarezMontaggio: William MorenoSuono: Ascención PeraltaProduzione: ColculturaAnno di produzione: 1996Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Simón Vélez

XXIII FESTIVAL DE CINE LATINO AMERICANOConcurso Arcoiris TV - Premio del Público On LineL’architetto Simón Vélez dice di fidarsi solo dei maestri del passato e che le attuali manifestazioni dell’architettura moderna non gli interessano. È famoso per la proposta di utilizzare la “guadua” (Bambusa americana) come materiale primordiale delle sue costruzioni seguendo la tradizione dei coloni della sua terra di campagna e di alcune comunità indigene.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Iván PonceMontaggio: Hector BernalSuono: Héctor TocaremaProduzione: ColculturaAnno di produzione: 1995Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Las musas suben el telón

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Opera in evoluzione che registra passo a passo le differenti fasi della realizzazione pittorica del “Telón de boca” e del “Plafond” del Teatro Heredia, di Cartagena, ad opera del maestro Enrique Grau, appartenente alla generazione colombiana de “Los maestros”.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Mauricio Blanco, Manuel AlvarezMontaggio: Iván EstevezSuono: Saúl Duarte, Henry Quintero, Ascención PeraltaProduzione: MinculturaAnno di produzione: 1998Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

José Saramago - Le temps d'une mémoire

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On LineDocumento sul poeta e scrittore portoghese, Premio Nobel nel 1998. Realizza il primo romanzo, "Terra del peccato", nel 1947 e si iscrive clandestinamente, nel 1969, al Partito Comunista portoghese, evitando la polizia politica del regime. Negli anni ‘60 è critico letterario per la rivista “Seara Nova” e scrive la prima raccolta di poesie, “I poemi possibili” (1966). Dal 1972 al 1973 cura l’edizione del giornale “Diario de Lisboa” epubblica "Probabilmente allegria", (1970), cronache, "Di questo e d'altro mondo", (1971), "Il bagaglio del viaggiatore", (1973); "Le opinioni che DL ebbe", (1974) testi teatrali, romanzi e racconti e, successivamente, i romanzi “Manuale di pittura e calligrafia” e “Una terra chiamata Alentejo”. Il successo arriva nel 1982 grazie a “Memoriale del convento”: seguiranno "L'anno della morte di Ricardo Reis" e "La zattera di pietra", apprezzate da pubblico e criticaletteraria. Negli anni ‘90 si suggella il successo internazionale con "Storia dell'assedio di Lisbona", "Il Vangelo secondo Gesù" e "Cecità".Le sue posizioni nei riguardi della religione hanno alimentato polemiche e controversie in Portogallo. Dal 2002 è Presidente onorario dell’Associazione Luca Coscioni.Regia: Carmen CastilloSceneggiatura: Carmen Castillo e Tessa BrisacFotografia (colore): Ned BurgessMontaggio: Eva Feigeles-Aimé e Agnès PoullinSuono: Corinne GigonMusica: Jorge ArriagadaProduttore delegato: José Chidlowsky, Clémence CoppeyProduttore esecutivo: Anne-Marie Marsaguet-Chion, AlainBastide, Nathalie Béslas, Angèle Le NévéProduzione: Les films à LouAnno di produzione: 2008Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

La flaca Alejandra

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On LineI sessanta minuti di durata del documentario costituiscono una lunga conversazione fra Carmen Castillo e Marcia Merino, nota come La Flaca Alejandra, che fu dirigente di una cellula del MIR e che la polizia di Pinochet (DINA), mediante la tortura, riuscì a trasformare in collaboratrice. Fu proprio Marcia Merino che segnalò il luogo in cui si nascondevano Enríquez e la stessa Castillo (allora incinta di un bambino che morirà subito dopo la nascita) e che, in seguito, fu utilizzata per il riconoscimento di appartenenti al MIR, poi torturati e uccisi dalla DINA. Quasi vent’anni dopo, nel 1992, Carmen Castillo fa ritorno in Cile per girare un documentario, quando Marcia Merino (liberata dal carcere appena sette mesi prima) si presenta ad accusare i suoi vecchi capi della DINA. Questa decisione rappresenta un grave rischio per Marcia Merino e sarà un importante contributo alla salvaguardia della memoria storica e alla conoscenza di ciò che rappresentò, in quegli anni bui, la DINA e la dittatura vista dal suo interno.
Regia: Carmen Castillo e Guy Girard
Sceneggiatura: Carmen Castillo
Fotografia (colore): Maurice Perrimond
Montaggio: Annick Breuil
Suono: Cormine Gigor
Produzione: Ina, France 3, Channel 4
Anno di produzione: 1994
Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Vivos Los llevaron, vivos los queremos

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Nella decade 1970-1980 in Messico gruppi paramilitari, fra questi la Brigata Bianca appartenente alla Direzione Federale di Sicurezza, sequestrarono centinaia di giovani e li fecero scomparire perché “probabilmente” appartenenti a gruppi di guerriglia. Il governo del Messico ha rifiutato risposte sopra i propri comportamenti di quei giorni.Madri, spose, sorelle e figli degli scomparsi politici si unirono per formare il Comitato EUREKA e lottarono in modo deciso per più di trent’anni esigendo dal Governo risposte sulla sorte dei loro familiari. Per la prima volta, tre persone che furono sequestrate per motivi politici, raccontano il processo nel quale furono prelevati e denunciano le torture fisiche e psicologiche subite.Paese: MessicoRegia: Cecilia SernaSceneggiatura: Cecilia SernaFotografia (colore): Karina Padilla, Silvia PatriciaSaucedoMontaggio: Carlos Lenin Treviño, A. EduardoHernández, Augusto Moreno de la RegueraMusica: Roberto Carlos FloresProduttore: Cecilia Serna e Silvia Patricia SaucedoAnno di produzione: 2007Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Ojos que sí ven: el cine de Lombardi

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Nato a Lima, Peru nel 1965, Ridoutt Polar si è trasferito nel 1983 a Ginevra,Svizzera, dove ha studiato cinema prima di trasferirsi a Toronto, nel 1987.Si è occupato della programmazione dell’Hispanic Film Festival fino al 1996e ha tenuto fino ad allora una rubrica cinematografica nel giornale “La Voz”a Montreal e nel “Latin News” a Toronto. Nel 1997, Ridoutt Polar ha creatola compagnia Detour Films e ha iniziato a dirigere cortometraggi. Haprodotto e diretto numerosi making of di recenti film peruviani, fra i quali Eldestino no tiene favoritos di Alvaro Velarde e Captain Pantoja and theSpecial Service di Francisco Lombardi. Nel 2003 ha diretto Ojos que si ven:El cine de Lombardi un documentario lungometraggio che è stato esibito inben 25 festival di cinema ed è stato venduto in Spagna (TVE), in Polonia(Canal +) e nell’Educational Market del Nord America. Nel 2007 ha iniziatola produzione del documentario QOSQO al quale ha partecipato comeproduttore e regista.Film presentato ai seguenti appuntamenti internazionali:Cinesul 2003 Festival Latino-Americano de Cinema e Video (Rio de Janeiro, Sao Paulo y Brasilia, Brasil, Junio 2003); 7th Los Angeles Latino International Film Festival (Los Angeles, USA, Julio 2003); Séptimo Encuentro atinoamericano de Cine (Lima, Perú, Agosto 2003); The World Film Festival (Montréal, Canadá, Agosto 2003); The 60th Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – The ‘Venice;Screenings’ (Venice, Italy, Agosto 2003); San Sebastian International Film Festival – Market Screening (San Sebastian, España, Septiembre 2003); The Calgary International Film Festival (Calgary, Canadá, Octubre 2003); Docúpolis (Madrid, España, Noviembre 2003) ; Festival de Cine Iberoamericano ‘Cero Latitud’ (Quito, Ecuador, Noviembre 2003); Festival de Cine Iberoamericano de Montreal (Montréal, Canadá, Diciembre2003); 25 Festival Internacional del Nuevo Cine Latinoamericano (La Habana, Cuba,Diciembre 2003); FIPA – Festival International de Programmes Audiovisuels (Biarritz, France, Enero 2004); Festival Internacional de Cine y TV de Cartagena (Cartagena, Colombia, Marzo 2004); É Tudo Verdade (It’s All True) – 9th International Documentary Film Festival (São Paulo, Brazil, Marzo 2004); XXII Festival Cinematografico Internacional del Uruguay (Montevideo, Uruguay, Abril 2004); Providence Latin American Film Festival (Rhode Island, USA, Abril 2004);4ª Muestra ‘Documentales y Fotografías de América Latina’ (Albacete, Spain, Mayo 2004); VIIe Toronto Hispano-American Film Festival (Toronto, Canadá, Junio 2004); Mercadoc 2004 Mercado del Documental Europeo e Iberoamericano (Málaga, España, Noviembre 2004); 1era Bienal de Cine y Video de Lima (Lima, Perú, Diciembre 2004); Discovering Latin America Third Film Festival (London, England, Diciembre 2004) José Ridoutt PolarPer informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Para bailar se necesitan dos

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Mañe e Mary sono due immigrati latino-americani che vivono a Barcellona da due anni e si guadagnano da vivere ballando salsa nelle piazze e in vari spazi pubblici della città. I due hanno una relazione sentimentale clandestina e solo durante il ballo possono stare insieme apertamente. Però Mary sta per rivelare a Mañe una notizia che metterà alla prova la loro relazione e che finirà per dimostrare che per ballare bisogna essere in due.Regia: Juan Pablo OsmanSceneggiatura: Juan Pablo OsmanFotografia (colore): Lara VilanovaMontaggio: Andrés RojasMusica: SicotropicoInterpreti: Miguel González, Elisabeth UrbinaProduttore: Valentina MorilloAnno di produzione: 2007Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org