Arcoiris TV

Chi è Online

227 utenti
Libri.itTUTTI CONTENTIFRANCE AROUND 1900. A PORTRAIT IN COLOURGARDEN STYLETHE ILLUSTRATOR. 100 BEST FROM AROUND THE WORLDMOVIES OF THE 1960

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: presentazione

Totale: 19

Intervista a Paolo Roversi- Leggere negli occhi

"Paolo Roversi è scrittore, giornalista, un sacco di altre cose, e soprattutto è un vulcano. Ha già pubblicato tre romanzi gialli, e con uno ha già vinto premi letterari. Ma assieme a Fernanda Pivano ha soprattutto scritto la prima biografia italiana su Charles Bukowski, Scrivo racconti poi ci metto il sesso per vendere. E Bukowski è anche il grande nume tutelare dell'esilarante romanzo che guida questa intervista, Taccuino di una sbronza, in cui sperimenterete l'incredibile verve di questo giovane ma esperto scrittore, brillante, acuto e spiritoso quanto i suoi testi."Intervista a cura di Franco Foschi, pediatra e scrittore Bolognesewww.scrittoribologna.com www.mediconadir.it

Visita: www.mediconadir

Visita: www.scrittoribologna.com

MedicoN.A.Di.R. presenta NADiRinforma

NADiRinforma: nell'ambito del progetto di sviluppo sostenuto da Volabo (Centro per i Servizi del Volontariato di Bologna e Prov.) l'organizzazione di volontariato MedicoN.A.Di.R. presenta la neonata associazione culturale NADiRinforma, oggi Arcoiris Bologna. NADiRinforma nasce dal progetto di empowerment clinico di MedicoN.A.Di.R., quale strumento di informazione, in prima istanza destinato agli usufruitori dell'associazione medica, quindi trasformatosi in redazione di Arcoiris sul territorio di Bologna. Musiche eseguite da: Alessandra Mirabelli (violino) e Djambè Rytme Group (percussioni)

Visita: www.mediconadir.it

Visita: www.volabo.it

NADiRinforma incontra Diego Marani ed il conflitto in Darfur

Il 20 gennaio 2009 NADiRinforma ha incontrato Diego Marani, giornalista, già redattore della rivista Nigrizia, che da tempo segue le vicende africane, in particolare le vicende relative alla guerra in terra sudanese ove si è recato parecchie volte. Marani ci ha presentato il suo nuovo libro: “Darfur - Geografia di una crisi” (ed. Terre di Mezzo) cercando di farci capire un po' meglio le ragioni di una guerra civile, quella in Darfur, che dal 2003 sconvolge un territorio grande due volte l'Italia. All'origine delle violenze, non solo “lo scontro tra etnie”, come vorrebbe un'usurata retorica, ma soprattutto la ricerca di una leadership politica e la corsa all'accaparramento delle risorse naturali. Il libro ricostruisce minuziosamente le fasi del conflitto, raccontando le atrocità che sono state commesse ed arriva a rivelarci il ruolo strategico di altri Paesi (Ciad, Eritrea, USA e Cina, senza dimenticare l'Italia) sino ad arrivare a parlarci degli ultimi e recentissimi sviluppi che hanno visto in campo le Nazioni Unite e la Corte penale internazionale.Pietro Veronese nella prefazione del libro scrive “c'è verso questa regione quasi un accanimento collettivo nell'ignorarne le vicende” ed è proprio questa una delle innumerevoli ragioni che ci hanno spinto ad incontrare un giornalista, quale è Diego Marani, che da anni si dedica allo studio dell'atroce situazione bellica in atto.Si ringrazia il Centro Studi G.Donati per la collaborazione e la gentile ospitalità

Visita: www.mediconadir.it

Paul Ginsborg e Saverio Tommasi presentano "Voltagabbana" di S. Tommasi

Paul Ginsborg e Saverio Tommasi presentano "Voltagabbana", il nuovo libro di Saverio Tommasi edito da Scipioni editore, presso la libreria Edison (Firenze), il 25 febbraio 2010.

Visita: www.saveriotommasi.it

Presentazione del documentario "L'Italia chiamò"

NADiRinforma: a Palazzo Malvezzi (Bologna) l'8 settembre 2008 abbiamo assistito alla presentazione del documentario di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni e Angelo Miotto: “L'Italia chiamò”. Il documentario affronta lo spinoso tema delle conseguenze all'esposizione all'uranio impoverito nei militari italiani che, pare, senza adeguate precauzioni da anni si trovano nella condizione di esporvisi con conseguente elevato rischio per la loro salute e per quella dei loro futuri figli. Si tratta di migliaia di persone, contaminate, malate, alcune già morte, si tratta di giovani militari che, chi per passione, chi per necessità economica, sono mandati a combattere e/o a bonificare zone ad elevato rischio contaminazione senza osservanza alcuna delle norme di sicurezza oramai codificate dal sistema, ma non applicate adeguatamente. I giovani registi, rimasti colpiti dal balletto delle cifre riferentesi i drammi che migliaia di connazionali stanno vivendo, dal pressapochismo di chi avrebbe il dovere di tutelare in virtù del ruolo istituzionale che svolge, al di là di ogni connotazione partitica in ambito parlamentare raccontano. Luca, Emerico, Angelo, Salvatore: quattro storie di solitudine e dignità, intrecciate in un destino che accomuna 2500 soldati colpiti dalla Sindrome. L'occhio dei registi focalizza la quotidianità di chi è guarito, di chi, sottoposto a trattamenti sfinenti di chemioterapia, oltre ad avere perso i capelli e ad avere acquisito la consapevolezza della sofferenza, ha perso anche ogni fiducia in virtù della costante negazione di responsabilità delle istituzioni, di chi è rimasto senza un figlio e in casa non ride più da anni. Quattro soldati mandati a svolgere ‘il loro dovere'., ma ... la missione più rischiosa non era sotto il fuoco nemico. Hanno partecipato, insieme agli autori:Mauro Bulgarelli, Membro Commissione parlamentare sull'uranio impoveritoDomenico Leggiero, ex pilota militare responsabile Comparto difesa dell'osservatorio militareFalco Accame, Presidente Anavaf, ex Presidente Commissione Difesa della CameraAntonietta Gatti, fisico, laboratorio NanodiagnosticsEvandro Lodi Rizzini, Vicedirettore Dipartimento di Fisica e Chimica, Università di BresciaMassimiliano Garofolo, fratello di Alessandro, militare vittima della contaminazione da uranio impoveritoMaurizio Torrealta, Direttore Rainews 24Ha moderato:Sergio Caserta, Consigliere Provinciale Emilia Romagna

Visita: www.italiachiamo.net

Visita: www.mediconadir.it

Presentazione di ''Eurasia''

Il dr. Filippo Pederzini, giornalista della Gazzetta di Modena, intervista sull'uscita del nuovo numero di "Eurasia" dedicato all'Iran e al diritto internazionale, il dr. Roberto Albicini, autore dell'articolo: "Il conflitto economico americano con l'Iran. La grande occasione russa".La presentazione è utile per ricordare la grande importanza geopolitica dell'Iran, la sua funzione strategica nell'edificazione del blocco eurasiatico e le minacce israelo-statunitensi di voler scatenare un nuovo conflitto utilizzando il pretesto della costruzione di centrali nucleari da parte di Teheran.

Visita: www.eurasia-rivista.org

Suad Amiry: "Golda ha dormito qui"

NADiRinforma incontra Suad Amury nel corso della presentazione del suo ultimo libro: "Golda ha dormito qui",
"Mi han detto che la tua casa è dove sei tu. Ci ho provato ma non sempre ci riesco"
"Di cosa è fatta la bellezza di una casa, se non della vita di chi la abita? Ma quando accade che un intero popolo si trovi all'improvviso espropriato delle sue dimore, la domanda che passa, amara, di bocca in bocca è soltanto una: che fine fa quella bellezza, e che fine fa l'anima di chi in quelle case, in quei palazzi, in quei giardini, ci ha vissuto, ci ha pianto e ci ha gioito, per una vita intera?"
Una storia che ha inizio nel 1948, quando gli inglesi, partendo da Israele, lasciarono due popoli in lotta: l'uno con tutto, l'altro con niente.
Suad Amiry, palestinese, racconta quella perdita inestimabile, quella dei muri con dentro le anime, la memoria, i gesti, gli affetti e, con profonda grazia e humour dissacrante, si confronta con un tema universale e potente com'è quello della casa, che finisce per coincidere con la nostra stessa identità, con la nostra stessa, comune, storia.
L'iniziativa, organizzata l'8 luglio '14 dalla Libreria Coop Ambasciatori in collaborazione con Assopace Palestina Bologna, ha previsto la presenza di Luisa Morgantini e Moni Ovadia

Intervista a cura di Luisa Barbieri
Riprese e montaggio Paolo Mongiorgi

Visita: www.mediconadir.it

Terra Futura, GsOtto. Il cambiamento è possibile

La società civile, quella irrequieta, ha saputo però leggere quello che i grandi del mondo non hanno saputo prevedere. Dopo otto anni dalle tragiche giornate genovesi, lasciate senza verità e con poca giustizia, il G8 ritorna a fare capolino in Italia. Prima alla Maddalena, poi all'Aquila e dopo chissà, spostato come si farebbe con un qualsiasi avanspettacolo da teatro.Per questo abbiamo ritenuto necessario organizzare un GsOtto (leggi Gsotto) in Sardegna, nel Sulcis, per ricordare che mentre la realtà televisiva, illusoria può saltare da una parte all'altra, parlando di un benessere che non c'è, la realtà reale si consolida nei territori. A partire da quelli violentati da uno sviluppo insostenibile.Spazio quindi ai mercati locali, come spiega anche la Campagna Help Local Trade strettamente collegata alle mobilitazioni del GsOtto.E spazio anche alle utopie realizzate, come Made In No e Lympha. Due progetti concreti che si ripresenteranno a Terra Futura, proprio tra pochi giorni, per essere conosciuti da tutti voi.

Visita: www.terrafutura.it

Video presentazione di Jean-Léonard Touadì

Video presentazione di Jean-Léonard Touadì, assessore uscente alle politiche giovanili e per la sicurezza al comune di Roma,candidato alla camera dei deputati alla circorscrizione Lazio 1 con l'Italia dei Valori.Jean-Léonard, il primo candidato di colore a partecipare alle elezioni politiche in italia, si presenta ed espone sinteticasmrente i duetemi principali della campagna: rispetto della legalità e maggiore opportunità ai giovani.
Riprese: Daniel Tarozzi - Riccardo FioramontiMontaggio: Riccardo Fioramonti