Arcoiris TV

Chi è Online

289 utenti
Libri.itTHE GOLDEN AGE OF DC COMICS - #BibliothecaUniversalisFIORI E FOGLIE PRESSATI AD ARTENASA ARCHIVESROY STUART. THE LEG SHOW PHOTOS: EMBRACE YOUR FANTASIES, GETTING OFFCHRISTO AND JEANNE-CLAUDE - edizione aggiornata

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tag: pan

Totale: 39

Panamá, 1989: un ejemplo poco ejemplar

Panamá, 1989: el "ejemplo" al que se aferran los defensores de las intervenciones militares de EU, tiene muy poco de 'ejemplar'

Publicado por: RT Play en Español

El peso del papel... el panfleto durante la dictadura

Esto es parte de un trabajo colectivo de rescatar nuestra historia.

Durante la lucha contra la dictadura chilena el panfleto cumplió un rol fundamental...

Un humilde papel, lanzado por manos anónimas, contribuyó también en el proceso en que much@s participamos para que se produjeran los cambios que Chile necesitaba...

Este trabajo es parte del proyecto colectivo de rescatar nuestra historia...

Se agradece la especial colaboración e idea de Adriana Goñi, quien nos permitió escarbar en sus archivos virtuales, además de ocupar dicho material...

Este trabajo fue realizado con la idea y los aportes de Adriana Goñi.

Publicado por: Tito Carreño

Marinaleda - Les insoumis

Un projet devenu réalité qui dure 30 ans, autonomes, propriétaires de la terre qu'ils travaillent. Leurs usines, leurs maisons. Autogérés, l'Assemblée générale est l'organe suprême de la petite ville, toutes les décisions importantes son prises par elle, tout le monde peut y participer.

Marinaleda. Une petite ville de 2.700 habitants, au coeur de l'Andalousie, dans le sud de l'Espagne. Ici, il n'y a pas de policiers. Pas de voleurs. Ici, il y a moins de chômage qu'ailleurs, et on partage le travail. Ici, on paie son loyer 15 euros par mois. Ici, le maire et ses adjoints ne sont pas rémunérés, et ce sont les habitants qui commandent. Vous n'y croyez pas ? Alors venez voir. On vous emmène là où les habitants ont osé l'impensable, là où les rêves deviennent réalité. Réalisation : Yannick Bovy - Mars 2015 - 26 mn.
.
"Pas de chômeurs, pas de promoteurs. Collectivisation des terres et des moyens de production. Et la démocratie, la vraie, la directe ! C'est tout ce dont nous parlons depuis fort longtemps. C'est ce dont parlent également les Indignés espagnols. Il y a un endroit où cela fonctionne depuis 1978. C'est le village de Marinaleda."

Un reportage avec Antoine Chao - www.la-bas.org

Réalisation : Yannick Bovy - Mars 2015 - 26 mn.

a voir aussi:

Extrait du filme: Marinaleda. El sueño de la tierra

Marinaleda : A Terra de Todos - The Land of Utopia - english subtitles

Info complementaria, en español: http://www.marinaleda.com/ocupaciones.htm

Nicoletta Chiocca - opere

"Ascolterete lo sciabordio delle acque, lo scricchiolare della sabbia sotto i nudi passi, il fruscio delle foglie tra gli alberi, aguzzerete l'orecchio per indovinare il verso di quella creatura che vi sta passando accanto, la sorgente di quei suoni ora soavi ora minacciosi ... le opere di nicoletta chiocca sanno trasportarvi nell'incontaminato primordiale mondo della natura, che qui diventa soglia, legame imprescindibile nel percorso verso l'astrazione della forma, la creazione fantastica, la ricerca archetipica"(Anna Cheriot)

Shockwave 3 Years Later

If you don't make anything, you freeze the Time,
but for the People Time goes on so,
if you freeze the Time, you kill the People.

SHOCKWAVE 3 YEARS LATER
Directed and Edited by PAOLO SANTAMARIA
Camera Operators P. SANTAMARIA / ROBERTO PERUGINI
Floor sound engineer PAOLO ROBERTO SIMONI
Music editor ALBERTO BIANCHI

Filmed on April 2012 in Paganica (AQ).

Paolo Mangiola

Da Reggio Calabria a Londra, nel tempio della danza contemporanea. Questo il percorso professionale del ballerino reggino Paolo Mangiola, protagonista del secondo incontro della rassegna E20, che ha avuto luogo il 18 aprile del 2008, presso la sede del Centro Servizi lAcquario di Reggio Calabria. Mangiola, che attualmente lavora presso il Sadlers wells theatre, racconta la sua vita professionale, le principali esperienze.

Estratto dal film: Langhe Doc - Storie di eretici nell'Italia dei capannoni

Estratto dal film "Langhe Doc. Storie di eretici nell'Italia dei capannoni"Un film documentario di Paolo Casalis52'+ extrasPer info e distribuzione: www.langhedoc.itConGiorgio Bocca, Maria Teresa e Bartolo Mascarello, Mauro Musso, Silvio PistoneWinner of Valsusa Filmfest 2011; Special Mention at Festival delle Terre 2011;Official Selection for: Docaviv Festival, Tel Aviv; Kinookus FF, Dubrovnik (Croatia)Jahorina Fesitval, Pale (Bosnia); Scanno Natura Doc; Piemonte Movie 2011;Euganea Film Festival 2011; Epizephiry Film Festival; Marcarolo Film FestivalNel breve spazio della mia lunga vita l'Italia è cambiata in una maniera spaventosa.E' tutta una lotta contro il tempo, bisogna riuscire a diventare civili prima che il disastro sia completo. Bisogna vedere se arriviamo ancora in tempo a salvare questo paesaggio.Per me in gran parte l'abbiamo già distrutto. - Giorgio Bocca in Langhe DocSINOSSIUn pastore, un produttore di pasta artigianale, una produttrice di vino.Tre personaggi, tre eretici perchè pensano e agiscono in modo diverso, tre storie per raccontare il degrado sociale, culturale e paesaggistico della nostra penisola, l'Italia dei capannoni

Visita: www.langhedoc.it

G.A.Y. Good As You 2 - 9° Puntata - Francesco ed il suo Mondo Espanso

L'omosessualità è un fattore che lascia dei profondi segni nel carattere e nella formazione della personalità della gente. Tutti noi vivendo in un mondo che non ci riconosce reagiamo in modo diverso in base al nostro carattere e all'ambiente circostante, ma di certo nessuno rimane immune ad uno stress psicologico non indifferente.Francesco ha reagito chiudendosi in se stesso ed allontanando da se tutto ciò che lo faceva sentire a disagio e diverso, è un comportamento umano e comprensibile, molto comune tra le persone LGBT ma purtroppo ha il pessimo effetto di isolare le persone e privarle da quel giusto e corretto confronto che tutti nella vita hanno bisogno per conoscere se stessi e per conoscere e mettere alla prova i propri limiti cosi da poterli espandere ed evolvere.Quando infine si esce dal mondo protetto costruito spesso tra le mura della propria cameretta finchè la vita c'è lo permette, ci si scontra con la realtà, spesso l'impatto può essere forte e si vive un periodo di forte introspezione personale.Questo è il percorso che ha portato Francesco ad esprimere se stesso tramite lo strumento della scrittura, che nell'era informatica scopre grazie ai blog nuove vie per evolversi ed espandersi, Francesco arriva cosi a pubblicare un libro dovo racconta la sua personale esperienza e scopre in sè la capacità non scontata della scrittura che continua oggi a sviluppare gestendo diversi blog molto seguiti che usa per aiutare chiunque oggi si ritrova a vivere il suo stesso percorso.Con questa puntata desidero chiudere la seconda stagione di G.A.Y. Good As You .... ma non preoccupatevi... tornerò presto , sto già lavorando a nuovi interessanti progetti. Ringrazio Francesco sansone ed il suo ragazzo Giovanni che hanno realizzato questi video in modo che io possa poi montarli in questa puntata di G.A.Y. Good As You

Visita: www.youtube.com

Langhe Doc - Teaser - Film Documentario

Langhe Doc Documentario
Teaser 08-2010 www.langhedoc.it

prenotazione/booking: www.produzionidalbasso.com


Storie di eretici nell'Italia dei capannoni
in uscita a fine 2010 52'

"Nel breve spazio della mia lunga vita l'Italia è cambiata in una maniera spaventosa.
É tutta una lotta contro il tempo, bisogna riuscire a diventare civili prima che il disastro sia completo.
Bisogna vedere se arriviamo ancora in tempo a salvare questo paesaggio.
Per me in gran parte l'abbiamo già distrutto."
Giorgio Bocca in "Langhe Doc"

Maria Teresa, che pensava che nella vita avrebbe fatto tutt'altro, ha rilevato l'azienda vitivinicola del padre e oggi produce eccellenti vini Barolo e Nebbiolo con lo stesso testardo rispetto per la tradizione; Silvio era piastrellista, ha mollato un lavoro redditizio per andare a fare formaggi tradizionali in un paesino sperduto, con la sua famiglia e cinquanta pecore; Mauro era commesso in un grande supermercato, è stato licenziato, ha deciso di mettersi in proprio e di produrre e vendere pasta artigianale fatta a mano. Tre personaggi, tre storie in bilico tra "normale" ed "estremo" per raccontare un unico territorio, le Langhe, universalmente riconosciute come uno dei luoghi più belli d'Italia. Qui la coesistenza tra uomo e ambiente ha raggiunto i suoi massimi livelli: da una terra apparentemente aspra e arcigna l'uomo ha saputo ricavare eccellenze enogastronomiche, le colline appaiono come disegnate nella perfezione geometrica delle vigne, il paesaggio modellato attrae frotte di turisti e di recente è stato candidato a diventare "Patrimonio dell'Umanità Unesco". Ciononostante, le Langhe non sono rimaste immuni dai processi di trasformazione economica e paesaggistica. L'urbanizzazione, la cementificazione, il progressivo abbandono delle aree e dei mestieri meno redditizi rischiano di trasformare gran parte del territorio delle Langhe nell'ennesimo tassello di quella che in "Langhe Doc" Giorgio Bocca definisce "l'Italia dei capannoni".
Quelle di Maria Teresa, Silvio e Mauro sono storie di chi ha intravisto un futuro che non gli piaceva e lo ha rifiutato. Sono sfide ancora aperte, non ancora del tutto vinte e che forse non lo saranno mai: loro si muovono in una direzione, il mondo in un'altra, del tutto opposta.

Angelo Petrella @ “Maggio, ancora”

“Maggio, ancora”. La rassegna di arte, musica e cultura organizzata dal Collettivo VoceNueva giunge alla seconda edizione.Si comincia sabato 15 alle 18.30 con l'incontro dedicato alla nuova narrativa napoletana e la presentazione del romanzo di Angelo Petrella, “La città perfetta”.Al documentario d'autore è dedicato il secondo appuntamento di venerdì 21, ore 20.30, con la proiezione di “Corde” ed il dibattito con il regista Marcello Sannino. Gli incontri si terranno nello spazio di Via Europa 12. Si chiude con un concerto gratuito il 28 maggio, alle 21.00, in Piazza Garibaldi a San Giuseppe Vesuviano, con l'esibizione del gruppo di percussionisti Unidos do Batacoto.

Visita: www.vocenueva.splinder.com