Arcoiris TV

Chi è Online

337 visite
Libri.itJAMES BALDWIN. THE FIRE NEXT TIMEMATRIOSKAN.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009PACKAGE DESIGN BOOK 5N.198 JOHNSTON MARKLEE (2005-2019)

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: musica

Totale: 275

Questo sogno ormai spento

interprete: Valentina Tesiobrano per il festival Canzoni 2010

Concierto de Tito Fernández -El Temucano- en Suiza (2005)

Tal como El Temucano lo dijo antes de comenzar a cantar, el público de Lausana pasó por toda la gama de emociones manifestándolas con gritos, suspiros, llanto, comentarios y risa. Este fue el primer concierto de la gira del cantautor chileno en Europa del 2005 organizado por Asociación Chile Cultura.

Cámara: Sergio Medina
Producción: CdS Producciones

Visita el sitio: www.correodelsur.ch

In Memoriam - Liliana Perez Corey

Al cumplirse 15 años del fallecimiento de la guitarrista y maestra chilena Liliana Pérez Corey y 12 años de la fundación del concurso que lleva su nombre, se estrenó este video testimonial de 40 minutos sobre su legado y el desarrollo posterior de la guitarra clásica en Chile. Liliana Pérez Corey es reconocida como uno de los principales pilares de la escuela guitarrística chilena, ya que la mayor parte de los profesores que están a cargo de las cátedras de guitarra en las principales instituciones de formación musical en Chile han sido formados por ella o por sus discípulos. En el Testimonial se hace referencia también a otros dos baluartes de la corriente clásica de la guitarra en Chile, quienes son los maestros Arturo González, fallecido recientemente en Venezuela, y Albor Maruenda quien vive en Lima, Perú. Los testimonios que van tejiendo la historia contada por algunos de sus protagonistas, nos llevan desde los albores de la guitarra en el Chile de 1900 hasta la impresionante presencia que han obtenido hoy los guitarristas chilenos a nivel mundial, contando en más de 70 los premios obtenidos por las jóvenes generaciones de cultores chilenos de este instrumento en el extranjero. La diversidad que ha alcanzado el camino desarrollado a partir de esta vertiente clásica de la guitarra chilena, abarca desde la guitarra popular hasta la guitarra eléctrica, con exponentes como Vladimir Groppas y Eduardo Gatti quienes dan testimonio de cuáles fueron sus inicios en este instrumento. En el Testimonial In Memorian Liliana Pérez Corey, guitarristas tan representativos como Luis Orlandini, Alberto Cumplido, Oscar Ohlsen, Alejandro Peralta y Eugenio González, entre otros, comparten con el espectador sus experiencias de vida junto a la guitarra. La familia de Liliana Pérez Corey, su hija Liliana Medina y sus tres nietos nos muestran el lado humano de la maestra, en contrapunto con la rigurosidad percibida por sus ex alumnos, que hoy la recuerdan a través de sus testimonios e interpretaciones. Este material audiovisual surge como una producción conjunta entre el Instituto Profesional Escuela Moderna de Música, Centro de Danza Espiral y las productoras VisualArte y Artemedios Participan: Arturo González Quintana, Alejandro Peralta, Luis Orlandini, Isolde Pfennings, Jorge Rojas Zegers, Patricio Araya, Eugenio Gonzalez, Oscar Ohlsen, Alberto Cumplido, Patricio Ruiz-Tagle, Ignacio Díaz, Wladimir Groppas, Eduardo Gatti, Gelsia Torres, Jaime Calisto, Renato Serrano, Romilio Orellana, Liliana Perez Medina, Sofía Valdivia Medina, Felipe Valdivia Medina, Pedro Ignacio Valdivia Medina, Vivien Wurmann, Cuarteto Guitarras UC de Chile Fotografía: José Porte Sonido: Catalina Gonzalez Oyarce Edición y montaje: Ernesto Gonzalez Greenhill Post-producción video y audio: Víctor Durán – Marcelo Nilo Producción Técnica: Marcelo Nilo Guerra Producción Ejecutiva: Eugenia Rodriguez Moretti Realización Ernesto: González Greenhill

Alberi di stelle

Una piccola poesia ingiallita dal tempo, dimenticata e rinchiusa in un cassetto, può tornare a risplendere di luce propria. I ricordi sono quanto di più reale abbiamo, certi che nessuno può portarceli via. Spazi infiniti, di carta di luce, sul tuo passato l\'anima tace. Corsa nel vento, se sono io, luomo migliore, no sono mio. Ti stai spingendo dove non so, io non conosco questo giardino, ti sei ripreso la tua vendetta, ti avevo chiesto non aver fretta. Portami nel cielo, lasciami volare, dimmi che è vero, ci puoi provare. Portami nel cielo, lasciami volare, dimmi che è vero ci puoi provare. Alberi di stelle, hanno atteso tanto, come il mio cuore, che adesso è pronto. Se non ti fidi, io ti capisco, tu hai già mangiato, io ti conosco. Solo ti chiedo, fammi provare, piove da dentro questo rumore. Portami nel cielo, lasciami volare, dimmi che è vero, ci puoi provare. Portami nel cielo, lasciami volare, dimmi che è vero ci puoi provare. Alberi di stelle, hanno atteso tanto, come il mio cuore, che adesso è pronto Portami nel cielo, lasciami volare, dimmi che è vero ci puoi provare. Alberi di stelle, hanno atteso tanto, come il mio cuore, che adesso è pronto. Moreno Corelli

Visita il sito: www.morenocorelli.it

Groundation

Provenienti da San Francisco i Groundation sono la vera e propria sorpresa della scena roots statunitense degli ultimi anni. La terza apparizione di fila al Rototom Sunsplash fissata per l’edizione 2007 è una prova del grande consenso che questi musicisti riscuotono anche in europa ed in Italia. Il loro suono lento e meditativo si rifa’ ai classici del roots reggae ma le svariate provenienze dei membri e la loro attitudine all’improvvisazione danno comunque al loro sofisticato sound qualcosa di inconfondibile. Groundation devono molto ai pionieri del roots reggae del dub ma anche alla sperimentazione del jazz degli anni ’60 e ’70. La band si è formata nel 1998 da un primo nucleo comprendente Marcus Urani, Ryan Newman e Harrison Stafford a cui si sono piu’ tardi uniti il trombettista jazz David Chachere ed il trombonista Kelsey Howard. Sempre dalla scena jazz della California del sud è arrivato il sax di Jason Robinson mentre Paul Spina ha rimpiazzato James Stafford nel dicembre 2001.Il loro debutto discografico avviene con ‘Young tree’, disponibile ora in versione CD rimasterizzata. Nel 2001 esce il loro secondo CD ‘Each one teach one’ a cui collaborano Ras Michael alle percussioni ed alle voci Marcia Higgs, moglie del compianto Joe Higgs. Sono però i loro due successivi CDs a dare notorietà a questa band anche in europa: ‘Hebron gate’ del 2002 li vede affiancati da miti del roots come Don Carlos ed i Congos, mentre per il bellissimo ‘We free again’ del 2004 sono raggiunti in studio dall’ex Israel Vibration Apple Gabriel. I loro concerti delle edizioni 2005 e 2006 mettono in luce al pubblico italiano una grande band con un suono originale e ricco di spunti e suggestioni. Nel 2006 sono usciti ‘Dub wars’ un CD con le dub versions dei brani migliori di ‘Hebron gate’ e ‘We free again’ e il loro ultimo CD in studio ‘Upon the bridge’ che costituira’ l’ossatura del loro nuovo show.

Visita il sito: www.rototom.com

Versi dal Metaverso

Sono 2500 oggi in Italia i giovani reduci dalle varie missioni di pace in Kossovo e nei Balcani che aspettano di vedere riconosciuta, come causa di servizio, la loro malattia contratta in seguito alla contaminazione da uranio impoverito. 164 di loro sono già morti… il governo se può tace…Purchè se ne parli… in sostegno a questa iniziativa, gli autori di questo spettacolo si sono affiancati al blog di Franca Rame e all’Osservatorio Militare Italiano, offrendo il loro piccolo talento per una raccolta di fondi quanto mai indispensabile.In una sala, dove tutti urlano le proprie ragioni, forse la sola voce in grado di farsi sentire è un sussurro di donna che dice “ho voglia di fare l’amore”. Questo il pretesto per attirare l’attenzione attraverso il gioco delle antitesi, dall’amore e dal piacere, passare al racconto del dolore e della morte.

Ska-j

Provenienti da Venezia gli Ska-J propongono a ottimi livelli sonorità jazz arrangiate in chiave afro-giamaicana. La loro formazione risale al 2002 ed attualmente è composta dagli ex-Pitura Freska Marco ‘Furio’ Forieri e U-Ge Muner rispettivamente al sax e voce ed all’organo hammond, Ilenya De Vito alla voce, Luca Toso al sax e voce, Sandro Caparelli al contrabbasso e voce, Alan Liberale alla batteria, Filippo Vignato al trombone e Luca Scaggiante alla chitarra e voce. Nel corso dei sette anni di attività Ska-J hanno fatto più di quattrocento concerti e si sono tolti parecchie soddisfazioni: hanno suonato varie volte a supporto di Wailers, New York Ska Jazz Ensemble e Skatalites, hanno avuto vari loro brani programmati frequentemente a Radio Rai, sono apparsi in varie compilations del famoso programma di Radio 2 Caterpillar, hanno registrato e suonato con jazzisti come Riccardo Tesi e la Banda Osiris ed il successo dei loro dischi è costantemente crescente. Dopo il debutto in CD con ‘Venice goes ska’ del 2003, hanno proseguito con gli ottimi ‘Teèk:’ (2005) e ‘Adesso eh!’ (2007 mentre quest’anno dovrebbe uscire il loro quarto CD significativamente intitolato ‘Ska-J plays standards’.

Visita il sito: www.rototom.com

IL BENZINAIO

Può succedere che una bella ragazza sia estremamente disponibile, quando questo accade vi è sempre un motivo occulto, spesso addirittura "sorprendente".

Visita il sito: www.morenocorelli.it

Diciamola Tutta 13 - Lutto nel mondo della musica; è morta la musica - parte seconda

I negozi che vendono dischi stanno chiudendo. Alcuni parlano di colpe generiche, chi dice che sia colpa della crisi, delle major discografiche, dei prezzi troppo elevati dei CD, dello scaricamento pirata da internet, delle catene commerciali che richiamano più attenzione con altri prodotti.Di fatto i negozi di dischi chiudono, anche quelli storici con alle spalle mezzo secolo di attività.I ragazzi giovani da noi intervistati "stranamente" pensano che la musica odierna sia quasi unicamente un indotto commerciale e niente altro. I testi e le musiche sono banali e ripetitivi, una sorta di deja vu, un "già visto", quindi la sensazione di aver vissuto precedentemente un avvenimento o una situazione che si sta verificando, e ciò rende noioso e per nulla innovativo tutto il panorama artistico musicale e canoro. Molti giovani infatti, ricorrono all'ascolto di canzoni ed interpreti passati, Pink Floid, Led Zeppelin, Jim Morrison e perchè no, molti giovani adorano ascoltare il jazz.Ci sono anche quelli che riescono a portarsi dietro (a trascinarsi) 3 generazioni, tra questi Vasco Rossi è decisamente in testa, un mito che adesso ha pensato bene di "aiutare" i lavoratori festeggiando in piazza il 1° maggio, certo che per uno che non ha mai lavorato in vita sua non c'è presa per il culo migliore.Sarebbe necessaria una svolta di tutto il panorama musicale Italiano. I CD alla fonte costano poco, ma i prezzi lievitano perchè le major devono straguadagnare per mantenere in vita i propri "manager" che di solito non capiscono un cazzo nè di musica nè di marketing, ma cosa lo dico a fare!? Come in tutti i campi mangiano in pochi fino all'inverosimile.E' una partita truccata.....1 2 X factor.....

Visita il sito: www.diciamolatutta.tv

Rototom Sunsplash - XVI Edizione - Intervista a Bunny Wailer

Intervista al leggendario Bunny Wailer, compagno di Bob Marley e Peter Tosh nei Wailers nonchè inteprete di una straordinaria avventura solista iniziata nel 1976 con l'album 'Blackheart man'. Il celebre interprete è stato per la prima volta in Italia al Rototom Sunsplash 2009 on stage la sera del 9 luglio. Una notizia altrettanto sensazionale è che il suo intero compenso sarà devoluto in beneficenza per tre quarti ai progetti umanitari dei Rasta a Shashamane in Etiopia e per il restante quarto ad associazioni umanitarie romane.Intervista di Pier Tosi.

Visita il sito: www.rototom.com