Chi è Online

133 utenti
Libri.itNYT. 36 HOURS. 150 WEEKENDS IN THE USA & CANADA - terza edizioneCHRISTO & JEANNE-CLAUDE - edizione aggiornataMIGRANTIGRAN VAMPIRO 2GAUDÍ. THE COMPLETE WORKS
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: incontro

Totale: 25

Arte Classica, Moderna e Contemporanea a confronto, attraverso le immagini

Arte Classica, Moderna e Contemporanea a confronto, attraverso le immagini.
Come cambia il senso estetico nell'arte dall'Ottocento a oggi, e ipotesi per ulteriori sviluppi.

Conferenza tenuta il 10 giugno 2014 alla Casa della Cultura di Milano, da Nicola Vitale.
Indagine, attraverso le immagini, sui motivi che hanno portato l'arte a mutare così repentinamente dall'Ottocento a oggi, cercando di cogliere come in questi anni l'arte possa ritrovare la dimensione originaria del bello, dopo le sperimentazioni degli ultimi decenni.

Visita: www.casadellacultura.it

Incontri con la Scienza: Luigi Francesco Agnati e Francesco Antonini

Luigi Francesco Agnati è titolare della cattedra di Fisiologia Umana presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Modena.Ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia e in Farmacia. Si è diplomato in Statistica discutendo una tesi di logica formale.Si è specializzato in Neurologia e in Calcolo Elettronico. Dal 1973 collabora con il Karolinska Institutet dal quale, nel 1993,
è stato insignito della laurea honoris causa e nominato Adjunct Professor. Nel 1994 e nel 1995 gli è stata assegnata dalla Nobel Assembly la posizione di Nobel Fellow. È membro dell'Accademia delle Scienze di Bologna ed è stato nominato, dal Ministro dei Beni Culturali, membro dell'Accademia delle Scienze di Modena. Nel 1996 è stato componente del comitato organizzatore del Nobel symposium "Towards an understanding of brain function". È autore di oltre 350 lavori su riviste internazionali, di quattro monografie di argomenti diversi di fisiologia umana e ha curato cinque libri di relazioni a congressi internazionali.
Francesco Antonini è Professore emerito di Geriatria e Gerontologia a l'Università di Firenze, uno dei pionieri della Geriatria in Italia.

Riprese effetuate a camera fissa e senza titoli al teatro comunale di Modena come documentazione della manifestazione
Visita il sito: www.comune.modena.it

Incontri con la Scienza: Gianni Bonadonna

Gianni Bonadonna è nato a Milano il 28 luglio 1934 e si è laureato all'Università di Milano in Medicina e Chirurgia nel 1959. Nel 1976 viene nominato Direttore della Divisione di Oncologia Medica e, successivamente, Capo Dipartimento della Medicina Oncologica. Dal dicembre 1999 è socio fondatore e presidente della Fondazione Michelangelo, organizzazione non lucrativa di utilità sociale per l'avanzamento dello studio e della cura dei tumori. Nel 2004 è stato insignito della laurea honoris causa in Medicina dall'Università di Torino. Le sue ricerche di maggior prestigio includono il trattamento per la malattia di Hodgkin e la terapia sistemica nel carcinoma mammario operabile. In entrambe le neoplasie questi trattamenti hanno contribuito a ridurre il tasso di mortalità. È autore di oltre 550 pubblicazioni originali e didattiche nel settore dell'Oncologia clinica. Ha scritto tre libri di divulgazione medica ed è anche autore de Il vento del diavolo, sulla rivoluzione dei Sepoys in India.
Riprese effetuate a camera fissa e senza titoli al teatro comunale di Modena come documentazione della manifestazione.
Visita il sito: www.comune.modena.it

Incontri con la Scienza: Margherita Hack

Tutti noi abbiamo un'origine comune, siamo tutti figli dell'evoluzione dell'universo, dell'evoluzione delle stelle, e quindi siamo davvero tutti fratelli
Margherita Hack (Firenze, 12 giugno 1922) è un'astrofisica e divulgatrice scientifica italiana.
Dopo aver compiuto gli studi presso il liceo classico "Galileo" di Firenze, si è laureata in Fisica con una tesi sull'Astrofisica stellare, nel 1945.È stata professore ordinario di Astronomia dal 1964 al 1997 all'Università di Trieste, dove poi è passata nel ruolo di professore emerito dal 1998.Ha diretto l'Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale
Riprese effetuate nella sala dei contrari del castello di Vignola come documentazione della manifestazione.
Visita il sito: www.comune.modena.it

Incontri con la Scienza: Rita Levi Montalcini

Entrata alla scuola medica di Levi all'età di vent'anni, si laureò nel 1936. Stava ancora terminando gli studi di psichiatria e neurologia quando le leggi razziali del 1938 la costrinsero a emigrare in Belgio insieme a Giuseppe Levi. Poco prima dell'invasione tedesca del Belgio, tornò a Torino, dove allestì un laboratorio domestico; poco dopo viene raggiunta da Levi. Durante la guerra si rifugiò nelle campagne torinesi, poi a Firenze, nel 1943, dove fu in contatto con le forze partigiane. Nel 1944 entrò come medico nelle forze alleate. Rientrata a Torino nel 1945, riprese gli esperimenti sugli embrioni di pollo, ispirata dagli studi di Viktor Hamburger, il quale, nel 1947, la invitò a Saint Louis. Quella che doveva essere una breve permanenza si rivela una scelta trentennale. Fino al 1977 rimase negli USA, dove realizzò gli esperimenti fondamentali che la condussero alla scoperta del Nerve Growth Factor. Restò comunque legata all'Italia, creando a Roma una unità di ricerca nel 1962, mentre dal 1969 al 1978 fu direttrice dell'Istituto di Biologia Cellulare del CNR a Roma. Dal 1979 svolge ricerca solo in Italia, come professore presso lo stesso istituto.
Come scienziata neurobiologa vince nel 1986 il premio Nobel per la medicina.
Riprese effetuate a camera fissa e senza titoli al teatro comunale di Modena come documentazione della manifestazione.
Visita il sito: www.comune.modena.it

Incontri con la Scienza: Luigi Luca Cavalli-Sforza

Luigi Luca Cavalli-Sforza è un genetista italiano che si occupa di antropologia e storia. Universalmente riconosciuto come uno degli studiosi più autorevoli nel campo della genetica di popolazione e delle migrazioni dell'uomo, Cavalli-Sforza è professore emerito all'Università di Stanford in California.
Inizia gli studi universitari a Torino con Giuseppe Levi, ma si trasferisce a Pavia nel 1939, laureandosi in medicina nel 1944. L'impulso a diventare genetista gli venne da Adriano Buzzati Traverso, con cui mantenne sempre i contatti. Inizialmente lavora all'Istituto Sieroterapico Milanese, poi a Cambridge, in Inghilterra, dove si dedica allo studio della genetica batterica. Rientrato in Italia, insegna alle università di Milano, Parma e Pavia. Dal 1952 comincia a raccogliere dati demografici e si occupa di analisi statistiche delle società umane, utilizzando le dispense ecclesiastiche per i matrimoni tra consanguinei. Nel 1971 abbandona definitivamente l'Italia per trasferirsi all'Università di Stanford. Qui, collaborando con l'archeologo Albert Ammerman alle ricerche sulla diffusione culturale nel neolitico, fa ricorso a dati derivati dai marcatori genetici per far fronte ai pochi dati archeologici disponibili. A partire dagli anni '80, utilizzando i dati provenienti dalla linguistica congiuntamente a quelli della genetica, formula l'ipotesi che i linguaggi si evolvano sotto le stesse spinte che fanno evolvere le popolazioni. Recentemente le sue ricerche hanno fornito lo spunto per le teorie di Jared Diamond.
Riprese effetuate a camera fissa e senza titoli al teatro comunale di Modena come documentazione della manifestazione.
Visita il sito: www.comune.modena.it

Rodigan Salute

Incontro con David Rodigan nel trentennale della sua carriera

Visita: www.rototom.com

presentazione del libro IO GIOCO PULITO, Antonio Padellaro

il 15 maggio 2009 . L'incontro con l'autore del libro Io gioco pulito, si è tenuto presso Auditorium San Martino a FERMO, Io Gioco Pulito, non vuol dire vantarsi, o sentirsi migliori degli altri. E’ la dimostrazione che in politica, ma soprattutto nella vita, si può vincere-e vincere meglio- se si rispettano le regole e si dà il giusto peso a parole considerate desuete dai nuovi padroni d’Italia. Onestà. Lealtà. Competenza. Generosità. Rispetto per gli altri.,

Visita: www.telestreeti3.it

Incontro sul biotestamento

Il sig. Beppino Englaro per diciassette anni ha condotto alla luce del sole una strenua lotta per far riconoscere a sua figlia Eluana, e a tutti noi, il diritto a non essere “priva di morte e orfana di vita”. L’odissea sua e di sua figlia hanno costretto società e istituzioni a fare i conti con un tema rimosso, che chiama in causa l’autodeterminazione dell’individuo e la laicità dello stato. In questo Friuli che tanta parte ha avuto nella vicenda, il Sunsplash è orgoglioso di salutare il suo pubblico proprio con papà Beppino.BEPPINO ENGLAROSecondo molti uno dei pochi eroi civili rimasti all’Italia, Beppino Englaro per diciassette anni ha lottato strenuamente per far riconoscere a sua figlia Eluana il diritto a non essere “priva di morte e orfana di vita”, come scrisse Guido Ceronetti. Una battaglia di civiltà di cui si è parlato in tutto il mondo. E la sua battaglia continua anche oggi, grazie alla fondazione di “Per Eluana”, per impedire che ad altri possa toccare il destino di sua figlia.TOMMASO CERNOUno dei più brillanti giornalisti del Friuli, già giovanissimo caporedattore del Messaggero Veneto, è da poco approdato a "l'Espresso", una delle più prestigiose testate italiane. Impegnato nella battaglia per i diritti delle persone omosessuali, è stato fra i promotori del Gay Pride di Venezia. Ha pubblicato il saggio L'ingorgo, oltre ad aver giocato un ruolo essenziale nella vicenda di Eluana Englaro.FERRUCCIO SAROUna delle figura politiche più influenti del Friuli degli ultimi anni, Ferruccio Saro ha attraversato indenne il passaggio dalla prima alla seconda repubblica, e la scomparsa del PSI, partito nel quale si è svolta la prima parte della sua vita politica. Senatore del Pdl, si è distinto nel dibattito nazionale per il sostegno dato a Beppino Englaro e la battaglia politica a favore del biotestamento.IGNAZIO MARINOIgnazio Marino è uno dei più brillanti chirurghi del panorama mondiale, con numerose esperienze negli Stati Uniti dove ha vissuto per anni. Specializzatosi in trapiantologia ha prodotto una casistica sterminata. Di cultura e fede cattolica, da presidente della Comm. Sanità del Senato ha promosso un disegno di legge a favore del testamento biologico, rivendicando una visione laica della politica in primo luogo proprio sui temi etici. Da pochissimi giorni ha lanciato la sua candidatura per la segreteria nazionale del PDLUIGI PEDRAZZIUna delle voci più importanti del pensiero politico cattolico, sostenitore di Giuseppe Dossetti, Luigi Pedrazzi è stato fra i fondatori, negli anni '50, del gruppo del Mulino: già direttore della rivista, presidente dell’editrice e dell’Istituto Cattaneo, è ora presidente dell’Associazione di cultura e politica «il Mulino». Tra i suoi libri: Sette giorni a Sovere (2002) e Resistenza cattolica (2006).

Visita: www.rototom.com

Odore d'inchiostro, l'esperienza delle testate locali autogestite

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.Con Angelo Valentito be 6imedia

Visita: www.6media.info