Chi è Online

249 visite
Libri.itCOCCOLE PER GATTIPAUL OUTERBRIDGESAARINEN (I) #BasicArtPARIS MIRABILIA. VIAGGIO NELLFILM POSTERS OF THE RUSSIAN AVANT-GARDE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: documentario

Totale: 26

Face to Face: i giovani di Neve Shalom - Wahat al Salam

In Israele, tra Tel Aviv e Gerusalemme, si trova Neve Shalom - Wahat al Salam, una comunità dove ebrei e palestinesi hanno deciso di vivere insieme, affrontando senza violenza i conflitti tra i loro popoli. Oggi cinquanta famiglie vivono a Neve Shalom - Wahat al Salam: metà ebree e metà palestinesi.Per i giovani di Neve Shalom - Wahat al Salam, cosa vuol dire crescere insieme? Mariagrazia MoncadaRegista-operatrice per le case di produzione video di Bologna Luis.it e Baule dei Suoni; per i service Ocsa e Immagini e Suoni; e per Moviefarm di Milano. Ha realizzato in Vietnam un documentario sui bambini di strada, intitolato "Lustrascarpe".Danielle Mitzman Giornalista radio-televisiva. Ha lavorato a Londra come produttrice/regista alla BBC Radio 4. In Italia lavora come giornalista radiofonica freelance per BBC World Service e Radio 4, Londra; Deutsche Welle, Bonn; Radio Netherlands Worldwide, Amsterdam. promosso da Arcoiris Bologna

Visita il sito: www.nswas.net

Testimoni - Primo Levi - Auschwitz 1944

TESTIMONICHI HA VISTO, CHI HA VISSUTOE CHI HA VOLUTO RACCONTAREdi e con Marco CortesiCi sono eventi che hanno cambiato la storia. Ci sono uomini e donne che sono stati testimoni diretti di questi eventi e che con le loro stesse parole hanno voluto raccontare ciò che hanno visto e vissuto. E ci sono parole che sono state in grado di cambiare il nostro mondo, parole che sono la sintesi delle idee, delle aspirazioni e talvolta degli sconvolgimenti di un'epoca. Questo è "Testimoni": una serie di brevi documentari dove le immagini ed i documenti video di eventi determinanti della storia contemporanea sono accompagnati dalle parole di chi tale storia l'ha vista, l'ha vissuta in prima persona ed in molti casi l'ha fatta.For more info:info@marco-cortesi.com

Visita il sito: www.marco-cortesi.com

Newen Mapuche

La lotta delle comunità indigene del sud del Cile per recuperare le loro terre e i costi che hanno dovuto sostenere a causa delle politiche repressive dello Stato cileno mediante l'applicazione della legge antiterrorismo ai suoi leader. Dopo l'assassinio del giovane mapuche Alex Lemún, la cineasta Elena Varela intraprende un viaggio di ricerca con l'obiettivo di raccontare la storia degli ultimi dieci anni di resistenza di questo Popolo. Ricostruisce diversi antecedenti storici, conosce da vicino i capi, i prigionieri e i clandestini che raccontano le ragioni della propria lotta. Lo Stato cileno pone in essere varie strategie per circoscrivere e fermare questo movimento sociale ed Elena va registrando questo processo senza sapere di essere inquisita. Il 7 Maggio 2008 viene arrestata da agenti dell'intelligence, condannata a quindici anni di carcere e le viene requisito tutto il materiale filmico. La documentarista racconta questa storia a partire dalla propria esperienza di persecuzione politica.

Regia: Elena Varela
Sceneggiatura: Elena Varela
Fotografia: Andrés Urrutia
Montaggio: Elena Varela e Marcelo
Musica: Patricia Wang
Produttore: Elena Varela
Produzione: Ojofilm Ltda
Anno di produzione: 2011
Durata: 126 min

____________________________________________________

La fuerza de la gente de la tierra
____________________________________________________

El documental relata la lucha de las comunidades indígenas, Mapuche al sur de Chile por recuperar sus tierras y los costos que han tenido que enfrentar frente a las políticas de represión del Estado chileno, a través de la aplicación de la ley antiterrorista a sus lideres. En este contexto y ante el asesinato del joven mapuche Alex Lemun, la cineasta Elena Varela emprende un viaje de investigación con el fin de contar la historia de los 10 últimos años de resistencia de este Pueblo. Recopila distintos antecedentes, conoce de cerca sus líderes, presos y clandestinos, quienes relatan las razones de su lucha. El Estado chileno implementa distintas estrategias para detener este movimiento social y Elena va registrando este proceso, pero NO advierte que estaba siendo investigada y perseguida por agentes de inteligencia del Estado.
____________________________________________________

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

CIPSI: campagna "Libera l'Acqua"

NADiRinforma propone il documento video inserito nella Campagna "Libera l'Acqua" promossa dal CIPSI.Riconosci un diritto.Portalo a chi non ce l'ha.L'Acqua è di tutti.Impegnamoci, insieme, perché lo sia davvero, soprattutto per le popolazioni dei paesi impoveriti del sud del mondo."Oggi la carenza d'acqua nel mondo è una realtà dai numeri inaccettabili: un miliardo e seicento milioni di persone ancora oggi non hanno accesso all'acqua potabile, due miliardi e seicento milioni non beneficiano di alcun servizio sanitario, un milione e ottocentomila bambini muoiono ogni anno per malattie connesse alla mancanza di risorse idriche". Per contrastare questa situazione, le associazioni del Cipsi (Coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale) lanciano la campagna triennale "Libera l'acqua" di sensibilizzazione, informazione e raccolta di fondi per finanziare 14 progetti in territori afflitti da miseria.Gli interventi consentiranno l'accesso all'acqua potabile e la tutela sanitaria e ambientale a oltre 400 mila persone di 13 paesi d'Africa (Camerun, Eritrea, Etiopia, Mozambico, Repubblica Democratica del Congo, Uganda), America latina (Argentina, Brasile El Salvador e Haiti) e Asia (Cambogia, Palestina, Sri Lanka). Queste iniziative di partenariato garantiranno il diritto concreto all'acqua potabile, portandola nelle scuole, nei centri di salute, nei villaggi, con particolare attenzione alla protezione delle risorse idriche e alla formazione, in riferimento agli aspetti sanitari, igienici, ambientali e di depurazione delle acqua.Il cantante Ron ha unito la sua voce all'impegno del Cipsi, prestandosi come testimonial della campagna. Il tour musicale 2007-2008 di Ron ha portato il nuovo brano inedito "La canzone dell'acqua", insieme alle canzoni che hanno segnato la sua vita musicale e non, in giro per l'Italia insieme al nuovo cd e al primo cd-dvd della sua vita. Il Cipsi con le sue associazioni è stato presente con stand informativi e di raccolta fondi di "Libera l'Acqua" (magliette, dvd, cd di Ron, depliant, poster, ecc.) - il cui ricavato è stato destinato ai progetti della campagna - in tutti i teatri e nei luoghi all'aperto dove si sono svolti i concerti 2007 e 2008.È stata anche distribuita la rivista mensile "Solidarietà internazionale" (n. 9-10/2007), con l'intervista all'artista Ron. Il Cipsi e le Ong associate, con la partecipazione di Ron, hanno organizzato per tutta la durata del tour nelle città dove ci sono stati i concerti, iniziative educative e di sensibilizzazione con incontri nelle scuole e nelle università, sull'acqua bene comune.La campagna ha diverse finalità tra cui: promuovere una nuova politica a difesa dell'acqua come "bene comune dell'umanità" e come "diritto inalienabile"; sensibilizzare a comportamenti responsabili da parte dei cittadini, delle istituzioni, del mondo produttivo e delle associazioni del Terzo Settore¸finanziare progetti per una corretta gestione solidale ed eco-compatibile della risorsa acqua nel mondo. Dallo scorso settembre "Libera l'Acqua" ha ottenuto anche i seguenti Patrocini: Rai-Segretariato Sociale, Comune di Udine, Provincia di Ascoli Piceno, Provincia di Biella, Provincia di Ferrara.L'importo da finanziare con la campagna è di € 241.039. Il lavorare insieme, in coordinamento, per far vincere la solidarietà in Italia e nel mondo costituisce l'obiettivo del Cipsi del passato, del presente e del futuro. È una sfida nell'interesse dei popoli impoveriti del Sud del mondo. Musiche:"La canzone dell'acqua" - Ron"osp-osp" e "4-4" - Stefano Castrucci"La canzone dell'acqua" arrangiamenti ed esecuzione: violino - Alessandra Mirabelli percussioni - Moustapha N'Dao, Papa Abou DiopCanto di saluto delle Donne del Panzi Hospital di Bukavu (RDC) Poesia "Il prezzo dell'acqua" scritta e interpretata da Marco Cinque Testo:Luisa BarbieriNicola PerroneVoce narrante: Luisa Barbieri Riprese e Montaggio:Paolo MongiorgiDaniele Marzeddu Post produzione audio:BethedrineH.Ambhouse Produzione: CIPSIRealizzazione: NADiRinforma

Visita il sito: www.cipsi.it

Sporchi da morire

Speciale sulle Proiezioni Evento di Anteprima relative al film documentario Sporchi da morire sul tema dello smaltimento dei rifiuti, inceneritori, inquinamento nano-particellare, pericoli per la salute e possibili alternative.Regia di Marco CarlucciRichiedi la proiezione

Visita il sito: www.sporchidamorire.com

Salvador Allende

Se sigue la vida de Salvador Allende, desde que nació (26 de junio de 1908 en Valparaíso), hasta el día en que murió (11 de septiembre de 1973 en Santiago de Chile). Pero se centra en el período en el que fue presidente, mostrando el plan que tenía Estados Unidos, las protestas, falta de mercadería en las tiendas, llegando hasta el golpe de estado, en donde el narrador termina diciendo:
Narrador: "Ese día, tras horas de combate, el presidente Salvador Allende Gossens se suicida, disparndose en la cabeza. Desde ese momento hasta 1990, el país vería correr mucha sangre de gente inocente, que por pensar diferente fueron torturadas y asesinadas."
Todo esto es gracias a fotos, videos, revistas y testimonios de personas de la época.

Dirección: Patricio Guzmán
Guion: Patricio Guzmán
Protagonistas: Patricio Guzmán (narrador)
País: Chile
Año: 2004
Género: Documental
Compañías Productora: Alta Films

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Santiago Ensangrentada

A 30 AÑOS DEL GOLPE EN CHILE Y LA MUERTE DE SALVADOR ALLENDE.
A principios de 1970, Salvador Allende inició un proceso único en América Latina: la vía pacífica al Socialismo.
El documental de Página/12 y Román Lejtman en el cual se exhibe como Allende fue derrocado tras sufrir los constantes embates políticos y económicos diseñados por la Casa Blanca, que no quería un gobierno socialista en el Sur de Latinoamérica.
"Santiago Ensangrentada", refleja una tragedia política consumada en 1973
Unos de los casos más evidente del reaccionismo de la Derecha Latinoamericana.


Idea, producción y guión: Román Lejtman
Realización por Página/12: Hugo Soriani
Locución: Lalo Mir
Realización: Pablo Garcia
Coordinación: Evangelina Díaz
Assistente de producción: Carola Fernández Moores
Edición on line: magdalena Mosquera
Musicalización: Carlos Gramuglia
Una produccion de COMPAÑIA DE RAMOS GENERALES

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

3 donne sul 14

Associazione di volontariatoIl Ventaglio - volontari per l'economia sociale
presenta:
3 donne sul 14
Liberamente ispirato al frammento di "Emigranti" di S. Mrozek
3 donne straniere e un numero, il 14, che le accomuna tutte.
E' il numero del'autobus che prendono ogni giorno per andare al lavoro, per tornare a casa, per uscire con i loro bambini, i loro uomini e le loro amiche.
Salgono sull'autobus per compiere gesti quotidiani all'interno di un viaggio più grande, il viaggio di una vita, fatto di piccole tappe, di andate e ritorni: il viaggio verso l'integrazione.
L'autobus come piccolo spazio di condivisione, come contenitore itinerante su quattro ruote in cui si incrociano destini e storie diverse.
Regia: Inka SlysProduzione: Carla Brezzo, Valeria Engroba
Produzione esecutiva: Silvia Michelangeli
Direttore della Fotografia: Gabriel Razeto
Operatori: Francesco Mugnani, Andrea Curiazi, Stefano Mazzoni
Realizzato con il contributo di:
Regione Emilia-Romagna
Cides
Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
Provincia di Bologna - Assessorato alle Pari Opportunità
con il patrocinio del:
Comune di Bologna - Quartiere Porto

Langhe Doc - Teaser - Film Documentario

Langhe Doc Documentario
Teaser 08-2010 www.langhedoc.it

prenotazione/booking: www.produzionidalbasso.com


Storie di eretici nell'Italia dei capannoni
in uscita a fine 2010 52'

"Nel breve spazio della mia lunga vita l'Italia è cambiata in una maniera spaventosa.
É tutta una lotta contro il tempo, bisogna riuscire a diventare civili prima che il disastro sia completo.
Bisogna vedere se arriviamo ancora in tempo a salvare questo paesaggio.
Per me in gran parte l'abbiamo già distrutto."
Giorgio Bocca in "Langhe Doc"

Maria Teresa, che pensava che nella vita avrebbe fatto tutt'altro, ha rilevato l'azienda vitivinicola del padre e oggi produce eccellenti vini Barolo e Nebbiolo con lo stesso testardo rispetto per la tradizione; Silvio era piastrellista, ha mollato un lavoro redditizio per andare a fare formaggi tradizionali in un paesino sperduto, con la sua famiglia e cinquanta pecore; Mauro era commesso in un grande supermercato, è stato licenziato, ha deciso di mettersi in proprio e di produrre e vendere pasta artigianale fatta a mano. Tre personaggi, tre storie in bilico tra "normale" ed "estremo" per raccontare un unico territorio, le Langhe, universalmente riconosciute come uno dei luoghi più belli d'Italia. Qui la coesistenza tra uomo e ambiente ha raggiunto i suoi massimi livelli: da una terra apparentemente aspra e arcigna l'uomo ha saputo ricavare eccellenze enogastronomiche, le colline appaiono come disegnate nella perfezione geometrica delle vigne, il paesaggio modellato attrae frotte di turisti e di recente è stato candidato a diventare "Patrimonio dell'Umanità Unesco". Ciononostante, le Langhe non sono rimaste immuni dai processi di trasformazione economica e paesaggistica. L'urbanizzazione, la cementificazione, il progressivo abbandono delle aree e dei mestieri meno redditizi rischiano di trasformare gran parte del territorio delle Langhe nell'ennesimo tassello di quella che in "Langhe Doc" Giorgio Bocca definisce "l'Italia dei capannoni".
Quelle di Maria Teresa, Silvio e Mauro sono storie di chi ha intravisto un futuro che non gli piaceva e lo ha rifiutato. Sono sfide ancora aperte, non ancora del tutto vinte e che forse non lo saranno mai: loro si muovono in una direzione, il mondo in un'altra, del tutto opposta.

Mijita

Documental sobre las condiciones que vive la mujer en las poblaciones más marginales de Santiago. Se recogen diversos testimonios en donde dan cuenta de sus carencias y esfuerzos para vivir con dignidad.

Dirección: Sergio Castilla
Categoría: Documental
Formato: 16 mm / Blanco & negro
País: Chile
Rodaje: Santiago (Chile)

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org