Arcoiris TV

Chi è Online

352 visite
Libri.itPICCOLO VAMPIRO 2RACINET. COMPLETE COSTUME HISTORYLEWIS W. HINE. AMERICA AT WORKWALT DISNEYCONTEMPORARY CONCRETE BUILDINGS (IEP)

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: cultural

Totale: 12

Waikil "Taiñ Wirintukun Mapuche / Nuestra Escritura Mapuche"

Nuevo Video Clip de Rap Mapuche

A lo largo de historia, nuestro pueblo nación mapuche ha sido apuntado con el dedo, con las balas y el lápiz, denominándonos y tildándonos como bárbaros, indios, salvajes, aborígenes, etc. Bajo esta mirada, hemos quedado plasmados en los libros de historia escritos por los que llegaron a colonizar "civilizar" nuestras tierras.

Hoy en día, se sigue replicando estos conceptos en los textos escolares de enseñanza media, que no solo reproducen este discurso colonizador y discriminador, tomando aun más fuerza en la educación universitaria, donde hay que citar a personajes foráneos para poder referirse al pueblo mapuche y su historia.

Por ende, con el fin de develar el pensamiento de un pueblo que aún se mantiene vivo, es que varios peñi y lamngen mapuche se han levantado para descolonizar a través de la literatura y escritura la "historia mapuche", una nueva mirada donde se nos reconoce como nación y pueblo con memoria, tradición, idioma y cultura.

Taiñ Wirintukun Mapuche (nuestra escritura mapuche) es una canción de rap, que de cierta forma cita estos trabajos de investigación, los cuales rescatan y fortalecen nuestro rakizuam (pensamiento), kimün (sabiduría) y zungun (hablar) de nuestros futakeche (ancianos).
Dejo la invitación a escuchar este tema de rap mapuche, ülkantun que nace solo con la iniciativa de querer resaltar el trabajo que llevan hermanos mapuche, tomando como herramienta de lucha la escritura.

Waikil

Escuela intercultural en la Araucanía

¿Sabías que en La Araucanía existen establecimientos que han optado por la educación intercultural? Enseñan mapuzungún y parte de la cosmovisión mapuche. Este es el reportaje a cargo del periodista Carlos Hernández y las imágenes de Gabriel Burgos.

Objetivo fomentar la cultura mapuche.

Muy buena inciativa, sin embargo debería aplicarse obligatoriamente en todo el país, que a penas la gran mayoría de la gente sabe hablar en chileno, ni siquiera bien en castellano. y un idioma aporta la riqueza de quienes lo hablan... como los mapuche, son muy sabios y prefieren cuidar la naturaleza y no destruirla como la mentalidad winka capitalista lo impone, es una de las razones para no enseñar el idioma y la cultura en todo el país y de manera ¡oficial y obligatoria!

Periodista: Carlos Hernández

Imágenes: Gabriel Burgos

Intervista al regista Paolo Benvenuti

Il cinema secondo Paolo Benvenuti in un'intervista registrata a Trento nell'ottobre 2012.www.camstudio.it

G. Zagrebelsky - Società multiculturali e problemi costituzionali

Scuola di cultura politica 2011 - 2012 "In un mondo che cambia".
4° modulo - Globalizzazione e coesione sociale.
Gustavo Zagrebelsky - Società multiculturali e problemi costituzionali.
Milano 4 maggio 2012

Visita il sito: www.scuoladiculturapolitica.it

M. Fiumanò, P. Inghilleri - Convivenza tra differenze culturali

Scuola di cultura politica 2011 - 2012 "In un mondo che cambia".7° modulo - "La nuova agenda politica"Marisa Fiumanò e Paolo Inghilleri - Convivenza tra differenze culturaliMilano 14 aprile 2012

Visita il sito: www.scuoladiculturapolitica.it

Attraverso la Notte della Taranta

La Notte della Taranta, supportata dalla Fondazione omonima, giunta alla sua 14° edizione è oramai un grande festival, un grande evento musicale dallo spessore internazionale.Per riuscire ad apprezzarla oltre la meravigliosa esibizione itinerante che si conclude il 27 agosto a Melpignano nel Concertone, è bene conoscerne la storia. Un evento musicale che vanta la lunga storia di un movimento giovanile teso alla rimessa in discussione di un sistema sociale opprimente e statico nella sua dinamica.La storia inizia negli anni '90 ed assume ogni giorno di più quel significato che forse ha contribuito a crearla. La ascoltiamo dalle voci dei protagonisti immersi nelle magnifiche sonorità che l'evento ha offerto e, forse, riusciremo a ritrovare un po' di speranza volta verso la possibilità di costruire un mondo migliore... perché "quella terra dove finisce la terra" ha da sempre respirato il vento che soffia nel Mediterraneo, ed è cresciutaideazione e realizzazione: Paolo Mongiorgi e Luisa Barbieri.
Produzione : Arcoiris TV NESSUN DIRITTO RISERVATO
Questo documentario può e "deve" essere divulgato, riprodotto, distribuito, regalato, esposto, rappresentato in pubblico ecc.ecc. senza nessuna limitazione

Visita il sito: www.lanottedellataranta.it

Congresso Universale di Esperanto - Copenhagen 23-30 Luglio 2011

Sono stati circa 1500 i congressisti di 66 nazioni, provenienti dai 5 continenti,che hanno parteciapto, dal 23 al 30 Luglio,al 96° Congresso Universale di Esperanto a Copenhagen la capitale della Danimarca.Nella serata di Sabato 23 Luglio,il giorno degli arrivi,si è svolta la "Movada Foiro"-la fiera dei movimenti esperantisti e delle loro attività- durante la quale tutti i gruppi di esperanto del mondo hanno presentato le loro associazioni e le loro attività.Domenica mattina, 24 Luglio, Probal Dasgupta presidente dell’UEA-Universala Esperanto-Asocio - ha presieduto la solenne inaugurazioned el congresso. All’inizio ha chiesto un minuti di silenzio per commemorare le vittime del grave attacco terroristico ad Oslo.Stefano Keller ha letto il messaggio di saluto di Irina Bukova, generale direttore dell’UNESCO. A seguire, il saluto, in lingua danese, della rappresentante delle Nazioni Unite in Copenhagen Pernille Fenger,che ha trattato nel suo discorso,l’attività per gli obiettivi evolutivi del millennio perseguiti dalle nazioni Unite, riguardanti in particolare la gioventù.Probal Dasgupta,nel dare il benvenuto ai presenti, ha sottolineato come l’amore per l’ospitalità e l’accoglienza siano anche i fondamenti del movimento dell’Esperanto.Con il canto dell’inno “La Espero”è finita la cerimonia di apertura.Il congresso è proseguito tra, importanti temi di discussione,relazioni, musiche,danze e piacevoli escursioni.Il Congresso Universale di Esperanto si terrà nel 2012 ad Hanoi.

Visita il sito: www.uea.org

You Reporter - Corso di muliculturalità e videogiornalismo

I giovani vivono quotidianamente la multietnicità presente nei vari contesti sociali, soprattutto a livello scolastico, dove entrano in contatto in prima persona (più da vicino rispetto agli adulti) con le problematiche e le opportunità ad essa connesse. Allo stesso tempo sono più vulnerabili ed esposti al clima di tensione sociale acuitosi in particolar modo negli ultimi anni anche in Italia, non avendo peraltro gli strumenti adatti a prendere coscienza autonomamente della situazione, essendo spesso soggetti passivi dei media.Il progetto You Reporter, ideato dal gruppo locale Yap di Bologna e realizzato assieme all’associazione culturale NADiRinforma e con il sostegno del Comune di Zola Predosa e della Provincia di Bologna, ha visto la partecipazione di circa 20 ragazzi in età compresa tra i 12 e i 18 anni. I giovani reporter hanno preso parte ad un laboratorio di videogiornalismo partecipativo e usato le conoscenze tecniche apprese per realizzare un reportage/inchiesta sull’integra

Visita il sito: www.mediconadir.it

IL POETA INCOMPRESO

Sandro Bondi, ex comunista migliorista, invece di vigilare sulla conservazione e restaurazione delle opere d’arte le ha affidate, specie quelle della necropoli di Pompei, ad amici faccendieri che hanno speso somme enormi senza neppure consolidare gli edifici.

Playground Giardini Margherita

'Playground Giardini Margherita' è un reportage a cura di Davide Sannazzaro, dedicato allo storico campetto di Bologna.Gioco, gags, storia e molto altro condensate in 10 minuti senza pause!Tra i protagonisti Walter Ciusa, l'attore Tommaso Ramenghi, il veterano Manzoni, Fede&Franz e le cicale in sottofondo!Musiche di Zethone e Key Movement!!

Visita il sito: www.youtube.com