Arcoiris TV

Chi è Online

317 utenti
Libri.itLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E DISEGNITHE STAR WARS ARCHIVES: 19771983JAMES BALDWIN. THE FIRE NEXT TIMETHE STAN LEE STORYTHE GOLDEN AGE OF DC COMICS - #BibliothecaUniversalis

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: ONU

Totale: 13

Congresso Universale di Esperanto - Copenhagen 23-30 Luglio 2011

Sono stati circa 1500 i congressisti di 66 nazioni, provenienti dai 5 continenti,che hanno parteciapto, dal 23 al 30 Luglio,al 96° Congresso Universale di Esperanto a Copenhagen la capitale della Danimarca.Nella serata di Sabato 23 Luglio,il giorno degli arrivi,si è svolta la "Movada Foiro"-la fiera dei movimenti esperantisti e delle loro attività- durante la quale tutti i gruppi di esperanto del mondo hanno presentato le loro associazioni e le loro attività.Domenica mattina, 24 Luglio, Probal Dasgupta presidente dell’UEA-Universala Esperanto-Asocio - ha presieduto la solenne inaugurazioned el congresso. All’inizio ha chiesto un minuti di silenzio per commemorare le vittime del grave attacco terroristico ad Oslo.Stefano Keller ha letto il messaggio di saluto di Irina Bukova, generale direttore dell’UNESCO. A seguire, il saluto, in lingua danese, della rappresentante delle Nazioni Unite in Copenhagen Pernille Fenger,che ha trattato nel suo discorso,l’attività per gli obiettivi evolutivi del millennio perseguiti dalle nazioni Unite, riguardanti in particolare la gioventù.Probal Dasgupta,nel dare il benvenuto ai presenti, ha sottolineato come l’amore per l’ospitalità e l’accoglienza siano anche i fondamenti del movimento dell’Esperanto.Con il canto dell’inno “La Espero”è finita la cerimonia di apertura.Il congresso è proseguito tra, importanti temi di discussione,relazioni, musiche,danze e piacevoli escursioni.Il Congresso Universale di Esperanto si terrà nel 2012 ad Hanoi.

Visita il sito: www.uea.org

Carlo Ruta su Guerre solo ingiuste. Mimesis Edizioni

Un video di Carlo Ruta, registrato lo scorso marzo, subito dopo l'attacco della Nato alla Libia di Gheddafi. Purtroppo, come era prevedibile, questo intervento armato, che secondo l'ONU avrebbe dovuto salvaguardare i civili, è sfociato in un bagno di sangue. Gli stessi vertici del CNT hanno dichiarato che si contano già diverse decine di migliaia di morti. E il massacro continua, a riprova di cosa siano veramente le guerre "giuste" e "umanitarie" dell'Occidente.

The war of the Women - for Noppaw

NADiRinforma and Medico N.A.Di.R. propose the documentary "The War of the Women" in the Campaign Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women) supported by Solidarity and Cooperation (CIPSI )) and ChiAma l'Africa with the aim to assign Nobel Peace Prize for 2011 to African Women as a whole."In Africa I saw the strength of the Women" "I have realized that a man doesn't possess so much those abilities than the Women to face, to listen, to support and to understand, to be sacrificed for her own Community" "In Africa I listened to their stories: there was stories of rapes and violence." "In Africa I felt shame in being a man." "This video comes from my profound respect that I feel in front of all Women that every day promote world Peace with their strength."Given the dramatic nature of the arguments is recommended viewing for an adult audience.

Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.cipsi.it

Visita il sito: www.chiamafrica.it

05)Riprendiamoci l'ONU- Conclusioni finali

Registrazioni effetuate durante la Sessione plenaria conclusiva del seminario internazionale sul futuro dell'Onu e delle istituzioni internazionali in preparazione del V Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.
Visita il sito: www.tavoladellapace.it

04)Riprendiamoci l'ONU- I relatori dei 4 gruppi di Lavoro

Registrazioni effetuate durante la Sessione plenaria conclusiva del seminario internazionale sul futuro dell'Onu e delle istituzioni internazionali in preparazione del V Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.
Visita il sito: www.tavoladellapace.it

03)Riprendiamoci l'ONU- Inizio lavori

Relatori:
Dot. Gutierrez, Giorgio Romano, Vladimiro Boccali, Don Luigi Ciotti e Flavio Lotti
Registrazioni effetuate durante la Sessione plenaria conclusiva del seminario internazionale sul futuro dell'Onu e delle istituzioni internazionali in preparazione del V Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.
Visita il sito: www.tavoladellapace.it

02)Riprendiamoci l'ONU- Il saluto delle Istituzioni

Registrazioni effetuate durante la Sessione plenaria conclusiva del seminario internazionale sul futuro dell'Onu e delle istituzioni internazionali in preparazione del V Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.
Visita il sito: www.tavoladellapace.it

01)Riprendiamoci l'ONU- Coro Multietnico di Voci Bianche della città di Padova

Registrazioni effetuate durante la Sessione plenaria conclusiva del seminario internazionale sul futuro dell'Onu e delle istituzioni internazionali in preparazione del V Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.
Visita il sito: www.tavoladellapace.it

4) Entrevista a Natalia Silvina Sarapuras

Más de 250 comunidades viven en situación de exclusión y pobreza en Jujuy, Argentina. Así lo declara esta indígena kolla que es Coordinadora General del Consejo de Organizaciones Aborígenes de Jujuy -COAJ- y de la organización de Nacionalidades y Pueblos Indígenas de Argentina -ONPIA.

28 nov. - 3 dic. Ginebra, Suiza.

Archivos adjuntos

- Proyecto de declaración de las Naciones Unidas sobre los derechos de los pueblos indígenas.
- Carta a la opinión pública internacional: Los derechos de los pueblos indígenas no son negociables.

Cámara y sonido: Sergio Medina, CdS Producciones
Entrevista: Charlotte Astier
www.correodelsur.ch

6) Entrevista con Héctor Huertas González

Este abogado indígena cuna (Panamá) hace un balance positivo de los derechos adquiridos en estos 10 años de encuentros con la Onu, pero recalca que aún los estados quieren interpretar cuáles son los derechos humanos de los pueblos indígenas. Para ilustrarlo mejor, da ejemplos de las diferentes perspectivas entre los pueblos indígenas y los estados respecto a los derechos humanos.

28 nov. - 3 dic. Ginebra, Suiza.

Archivos adjuntos

- Proyecto de declaración de las Naciones Unidas sobre los derechos de los pueblos indígenas.
- Carta a la opinión pública internacional: Los derechos de los pueblos indígenas no son negociables.

Por Sergio Medina CdS Producciones www.correodelsur.ch