Arcoiris TV

Chi è Online

281 utenti
Libri.itSFILATA DI NATALE. UN CALENDARIO DELLGOYA (I) #BasicArtREMBRANDT. THE SELF-PORTRAITSWARHOL ON BASQUIATTHE STAN LEE STORY

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: No

Totale: 254

Hauser & Ksenija Sidorova - Adios Nonino, un tema de Astor Piazzolla

Hauser and Ksenija Sidorova performing Adios Nonino by Astor Piazzolla at the "HAUSER & Friends" Gala Concert in Arena Pula, Croatia, August 2018

Ivo Lipanovic, conductor

Zagreb Philharmonic Orchestra

Arrangement by Hauser and Filip Sljivac

Filmed and edited by MedVid production and Hauser Audio produced by Hauser and Filip Vidovic (Morris Studio)

Publicado por: HAUSER

Isdraele ed Emiri nella N.A.T.O.

I nuovi oscuri scenari di guerra che vanno sempre più delineandosi in medio oriente, ed il ruolo dell'Italia in tutta la vicenda. Gli scenari attuali che solo fino a ieri erano impensabili, irreali, e fantapolitici oggi sono diventati un'agghiacciante realtà.

L'arte della guerra - Ue, Area Schengen per le forze Nato

I nuovi scenari di una guerra futura contro un nemico inesistente, si dimostra ancora una volta l'inutilità della N.A.T.O. - O.T.A.N. la sudditanza dell'Italia agli USA, e di un'Europa entità geoeconomica ma non politica che non serve a nulla se non a fomentare un'altra guerra. Ma l'Europa unita non fu concepita per costruire la pace ed allontanare il rischio di una nuova guerra? Mah quando si dice i corsi ed i ricorsi della storia. Un altro miserabile fallimento

Corea del Nord - Qual è la posta in gioco

Intervista a Simone Lombardini del Comitato No Guerra No Nato di Genova su serenissima TV

"Due fatti nuovi e imprevisti..." (prima parte)

Radio popolare e Noi Siamo Chiesa organizzano un incontro su "L'ateo Sergio Staino su "Avvenire" e papa Francesco sul "Manifesto": due fatti nuovi e imprevisti".

Le vignette di Staino sul numero domenicale di "Avvenire" e il libro coi tre discorsi del papa ai movimenti popolari pubblicato da "il manifesto" hanno destato sorpresa e perplessità, ma anche sono stati visti come una ventata d'aria fresca nella rigidità dei reciproci recinti ideologici e culturali, fino ad ora su versanti opposti. Come ci si è arrivati? Sono uscite estemporanee di buoni giornalisti oppure c'è una volontà di rimescolare le carte, di capirsi di più, di sfuggire alle reciproche estraneità? Ne abbiamo discusso con i protagonisti mercoledì 29 novembre 2017, alle ore 20:30, all'auditorium di Radio Popolare (v. Ollearo 5, Milano).

Introduce e presiede: Michele Migone, direttore di Radio Popolare.
Partecipano:
Vittorio Agnoletto, del Consiglio mondiale del Forum Sociale Mondiale;
Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di "Noi Siamo Chiesa";
Marco Marzano, docente di sociologia all'Università di Bergamo, collaboratore de "Il Fatto Quotidiano";
Marco Tarquinio, direttore di "Avvenire".

Visita il sito: www.noisiamochiesa.org

"Due fatti nuovi e imprevisti..." (seconda parte)

Radio popolare e Noi Siamo Chiesa organizzano un incontro su "L'ateo Sergio Staino su "Avvenire" e papa Francesco sul "Manifesto": due fatti nuovi e imprevisti".

Le vignette di Staino sul numero domenicale di "Avvenire" e il libro coi tre discorsi del papa ai movimenti popolari pubblicato da "il manifesto" hanno destato sorpresa e perplessità, ma anche sono stati visti come una ventata d'aria fresca nella rigidità dei reciproci recinti ideologici e culturali, fino ad ora su versanti opposti. Come ci si è arrivati? Sono uscite estemporanee di buoni giornalisti oppure c'è una volontà di rimescolare le carte, di capirsi di più, di sfuggire alle reciproche estraneità? Ne abbiamo discusso con i protagonisti mercoledì 29 novembre 2017, alle ore 20:30, all'auditorium di Radio Popolare (v. Ollearo 5, Milano).

Introduce e presiede: Michele Migone, direttore di Radio Popolare.
Partecipano:
Vittorio Agnoletto, del Consiglio mondiale del Forum Sociale Mondiale;
Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di "Noi Siamo Chiesa";
Marco Marzano, docente di sociologia all'Università di Bergamo, collaboratore de "Il Fatto Quotidiano";
Marco Tarquinio, direttore di "Avvenire".

Visita il sito: www.noisiamochiesa.org

Le 10 regole del controllo sociale di Noam Chomsky

L'elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l'attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche.

Noam Chomsky: The Emerging World Order: its roots, our legacy

On September 17, 2012, Noam Chomsky held a public lecture with the title "The Emerging World Order: its roots, our legacy" at Politeama Rossetti in Trieste.Il 17 settembre 2012 Noam Chomsky ha tenuto una conferenza pubblica dal titolo "The Emerging World Order: its roots, our legacy" (Il nuovo ordine mondiale: le sue radici, la nostra eredità) presso il Politeama Rossetti a Trieste. versione con la traduzione in italiano

Visita il sito: www.sissa.it

STOP alla Distruzione del Mondo 265

Il Progetto STOP alla Distruzione del Mondo è realizzato dall’Associazione Keppe Pacheco, una OSCIP (Organizzazione della Società Civile di Interesse Publico) fondata nel 1992 a Parigi dalla psicanalista e autrice Cláudia Bernhardt de Souza Pacheco, che riunì un gruppo internazionale di individui e istituzioni dedicati alla preservazione dell’umanità e della natura.Principi di azione del progetto STOP:- Apolitica;- Ecumenica;- Interraziale;- Internazionale;- Indipendente da poteri politici ed economico-finanziari.Il principale orientamento scientifico e filosofico usato dalla STOP è quello dello psicanalista, filosofo e scienziato sociale Norberto Keppe, creatore del metodo della Psicanalisi Integrale o Trilogia Analitica e autore di più di 30 opere sulla psicosociopatologia. I suoi obiettivi sono quelli di promuovere la coscientizzazione di massa delle cause psicosociopatologiche dei problemi ancora inconsci della nostra epoca, dando vita così ad una vera e propria socioterapia. I nostri programmi forniscono gli utensili a chi voglia lavorare non solo per interrompere la distruzione, ma anche per migliorare la qualità di vita degli esseri umani, della società e del pianeta come un tutto.

Visita il sito: www.stop.org.br

STOP alla Distruzione del Mondo 263

Il Progetto STOP alla Distruzione del Mondo è realizzato dall’Associazione Keppe Pacheco, una OSCIP (Organizzazione della Società Civile di Interesse Publico) fondata nel 1992 a Parigi dalla psicanalista e autrice Cláudia Bernhardt de Souza Pacheco, che riunì un gruppo internazionale di individui e istituzioni dedicati alla preservazione dell’umanità e della natura.Principi di azione del progetto STOP:- Apolitica;- Ecumenica;- Interraziale;- Internazionale;- Indipendente da poteri politici ed economico-finanziari.Il principale orientamento scientifico e filosofico usato dalla STOP è quello dello psicanalista, filosofo e scienziato sociale Norberto Keppe, creatore del metodo della Psicanalisi Integrale o Trilogia Analitica e autore di più di 30 opere sulla psicosociopatologia. I suoi obiettivi sono quelli di promuovere la coscientizzazione di massa delle cause psicosociopatologiche dei problemi ancora inconsci della nostra epoca, dando vita così ad una vera e propria socioterapia. I nostri programmi forniscono gli utensili a chi voglia lavorare non solo per interrompere la distruzione, ma anche per migliorare la qualità di vita degli esseri umani, della società e del pianeta come un tutto.

Visita il sito: www.stop.org.br