Arcoiris TV

Chi è Online

429 utenti
Libri.itGRINDADRPLINDA MCCARTNEY. POLAROIDSN.201 CARUSO ST JOHN (2013-2019)FIORI DLAURENT BENAM

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tag: Massimo Mazzucco

Totale: 38

Selectiive hearing - Udienze selettive

Nelle scorse settimane abbiamo seguito da vicino il caso Wakefield, e avevamo avanzato dei dubbi sulla correttezza del metodo adoperato dal giornalista Brian Deer (e da chi c'è sicuramente alle sue spalle) per distrugere la sua credibilità. Ora ne abbiamo la conferma, grazie a questo documentario in cui sono gli stessi genitori dei bambini che comparivano nella ricerca originale di Wakefield a smentire platealmente le affermazioni di Deer.

Visita: www.luogocomune.net

Seymour Hersh

Seymour Hersh – sempre lui – ha rivelato un incontro avvenuto un paio di mesi nell'ufficio di Dick Cheney, nel quale furono discusse diverse idee per provocare una guerra con l'Iran. L'incontro è avvenuto poco dopo la fallita provocazione navale nel golfo di Hormuz, fra una nave americana e una vedetta iraniana. Fra le nuove proposte c'era anche quella di vestire alcuni marinai americani da soldati iraniani, metterli su una finta vedetta iraniana, e farsi aggredire da loro, creando un incidente del tutto "casalingo". L'idea fu scartata perchè la nave americana aggredita avrebbe risposto al fuoco, causando probabili vittime fra gli americani della vedetta. Ma il fatto stesso che sia stata discussa – come suggerisce Hersh – descrive il livello a cui avvengono certe discussioni, da cui dipende la sicurezza del mondo intero. Quella dell'aggressione navale inoltre sembra una malattia dalla quale gli americani non riescono a liberarsi: a Cuba, nel 1898, si autoaffondarono il Maine, per fare guerra alla Spagna. Per entrare nella I guerra mondiale, fecero affondare il Lusitania. Per entrare nella II guerra mondiale, si fecero affondare mezza armata a Pearl Harbour. Nel Golfo del Tonchino finsero di essere aggrediti da una vedetta vietnamita, per dichiarare guerra al Vietnam. E di recente, dopo il fallito "attacco" da parte della vedetta iraniana nel Golfo di Ormuz, stavano già pensando ad una nuova versione dello stesso trito e ritrito incidente navale. A questo punto stupisce che non abbiano lanciato delle navi anche contro le Torri Gemelle. Massimo Mazzucco

Visita: www.luogocomune.net

Siamo ancora a El Alamein

Mentre già si parla di un intervento NATO, di no-fly zone e di "missioni umanitarie", vale la pena di ricordare quello che accadde in Cirenaica durante la II Guerra Mondiale, per avere un'idea dell'importanza strategica che può avere quella striscia di terra che va da Tripoli fino ad Alessandria d’Egitto. Il video che segue è tratto dal documentario "De Nuremberg a Nuremberg" di Frederic Rossif.Frederic Rossif è considerato da molti il miglior documentarista del mondo. Fu il primo ad utilizzare materiali di repertorio, che andava personalmente a cercare negli archivi cinematografici di mezzo mondo, per costruire una struttura narrativa completamente nuova, indipendente dalla fonte originaria. Fu anche il primo ad utilizzare la musica come elemento espressivo e non solo di supporto (fu Rossif a “scoprire” compositori come Vangelis o Maurice Jarre), introducendo nel documentario una dimensione lirica mai conosciuta prima.

Visita: www.luogocomune.net

Soccorritori di Ground Zero - L’ultima vergogna

(Questo video risale al 2006. Da allora la cifra indicata di 4.000 soccorritori colpiti da malattie polmonari è salita ad oltre 11.000)È stata l’ultima legge approvata dal parlamento americano nel 2010, e per un soffio ha rischiato di non farcela. Si tratta di un finanziamento di circa 4 miliardi di dollari destinato ai soccorritori dell’11 settembre - i cosiddetti “first responders” - che hanno contratto malattie polmonari dopo aver respirato per lunghi giorni la polvere tossica delle macerie delle Torri Gemelle.O almeno a coloro che sono ancora vivi, perchè nel frattempo molti di loro sono già morti per quelle malattie.La vergogna per il ritardo con cui è stato finalmente stanziato il fondo sanitario va ad aggiungersi alla vergogna con cui il governo di Bush e Cheney ha sistematicamente ignorato la tragedia di queste persone per sette lunghi anni. Mentre la Halliburton rubava letteralmente milioni di dollari al giorno, grazie agli appalti “in famiglia” scaturiti dalla guerra in Iraq, i soccorritori del 9/11 perdevano lentamente la salute, il lavoro, e spesso anche la vita, nel silenzio più agghiacciante. La testimonianza video che abbiamo pubblicato, che risale al 2006, è solo una delle tante che sono passate sotto il più assoluto silenzio mediatico in tutti questi anni.E ora che l’amministrazione Obama ha voluto rimediare in qualche modo a questa situazione vergognosa, ha comunque incontrato un ostracismo prolungato, da parte dei repubblicani, che ha quasi fatto fallire la votazione conclusiva. Per un anno intero i repubblicani hanno inventato una scusa dietro l’altra, pur di non arrivare a votare questa legge.Sostenevano che il programma sanitario per i soccorritori “avrebbe messo a rischio le finanze della nazione”, e che “c’erano già troppe spese in corso”. E fino al 20 dicembre scorso c’era ancora un senatore repubblicano che teneva bloccata la legge, sotto minaccia di ostruzionismo individuale, sperando di far scadere il tempo utile per la sua approvazione.
Solo quando i media “si sono accorti” della situazione incresciosa, ed hanno denunciato il fatto su tutti i telegiornali, i repubblicani si sono finalmente rassegnati a far passare quella legge.
Ogni altro commento a questo punto diventa superfluo.
Massimo Mazzucco

Visita: www.luogocomune.net

US ELECTIONS 2008

Un documental sobre las elecciones en Estados Unidos

USA: Quando il secondo Emendamento protegge il primo

Se volete avere un'idea di cosa potrebbe succedere da un giorno all'altro negli Stati Uniti, date un'occhiata a questo video. Il gruppo di "miliziani" ritratto nel video, Usborderguard, è stato definito "di affiliazione neonazista" dal sito di Alex Jones, ma la questione della milizia armata è qualcosa che trascende le posizioni politiche, ed arriva al cuore della cultura e della storia americana.

Visita: www.luogocomune.net

Video-comunicato del Movimento per la verità sull'11 settembre

Questa è la versione sottotitolata in italiano del video-comunicato stampa che abbiamo mandato ieri a tutte le stazioni TV americane, annunciando la formazione di 3 nuovi gruppi di professionisti che si sono aggiunti a quelli già esistenti, nell’ambito del 9/11 Truth Movement.Questo naturalmente non significa che qualcuno ne parlerà per forza…

Visita: www.luogocomune.net

Wakefield si difende dalle accuse del BMJ

Nei giorni scorsi il British Medical Journal ha apertamente accusato il Dott. Andrew Wakefield, autore di una ricerca scientifica che collegava il vaccino MMR all’autismo, di aver pubblicato un lavoro "ingannevole", ovvero intenzionalmente falso.La storia di Wakefield e del dibattito che è nato attorno alla sua ricerca la conosciamo già, per cui ci limitiamo a presentare la sua intervista di ieri alla CNN, dove Wakefield ha risposto alle accuse del BMJ portategli dal conduttore Anderson Cooper.Di certo è curioso che ci siano voluti "sette anni di approfondite indagini giornalistiche" - come ci racconta Anderson Cooper - per scoprire che soltanto uno dei dodici casi esaminati da Wakefield nella ricerca originale fosse davvero affetto da autismo.È anche interessante notare come il sottotitolo dell’articolo del BMJ legga "Clear evidence of falsification of data should now close the door on this damaging vaccine scare". Ovvero: "Prove evidenti di falsificazione dei dati dovrebbero ora mettere fine a questa dannosa paura dei vaccini". Dannosa per chi li vende, naturalmente.A volte si tradiscono le proprie intenzioni proprio per la fretta di raggiungere certe conclusioni.Massimo Mazzucco

Visita: www.luogocomune.net