Arcoiris TV

Chi è Online

262 utenti
Libri.itN.200 STUDIO MUMBAI (2012-2019)JACQUES DEVAULX. NAUTICAL WORKS LETTERE DA UN TEMPO LONTANOMICHAEL FREEMAN LA BIBBIA DEL FOTOGRAFON.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: Amnesty International

Totale: 10

Death to the Death Penalty

Amnesty International's Death Penalty Campaign

Non Sopportiamo La Tortura

"Non Sopportiamo La Tortura" alla Cabina Teatrale di Saverio Tommasi
Non Sopportiamo la Tortura, mostra fotografica a cura di Amnesty International presso la Cabina Teatrale di Saverio Tommasi.
Saverio Tommasi ? attore ? in occasione dell?inaugurazione ha interpretato un breve monologo tratto da ?Il Guardiano? di H. Pinter.
Il monologo è intervallato dalle immagini fotografiche della mostra, con le riprese e il montaggio di Francesco Ritondale.
?Non Sopportiamo la Tortura? - dichiara Tommasi ? ?anche alla luce delle recenti, ennesime rivelazioni sui carceri di Guantanamo e Abu Ghraib, è una mostra orribilmente attuale. Non possiamo che continuare a mostrarne le immagini e a denunciare soprusi e violenze, ricordando che anche l?Italia, ad oggi, non è al di sopra di ogni sospetto?.
Visita il sito: www.saveriotommasi.it

Amnesty: lo stupro, un'arma di distruzione di massa

Il presidente di Amnesty International, Paolo Pobbiati: è urgentissimo mobilitarsi contro la tortura e contro la violenza sulle donne. Gli scandali di Abu Ghraib hanno riportato la tragedia della tortura al centro dell'opinione pubblica, e nonostante questo, anche nel caso di quel carcere, soltanto gli anelli deboli della catena sono stati puniti. Ma la tortura è praticata ancora in almeno 130 paesi, con un'implicita approvazione di apparati e vertici di stato; basta pensare che in molti paesi del mondo non c'è ancora una legge che la proibisca ufficialmente: tra questi, anche l'Italia.
Anche in difesa delle donne è urgente mobilitarsi.
Abusi sessuali, violenze fisiche, compravendite che alimentano il mercato della prostituzione: una donna su 5, nel mondo, è vittima di violenza. E lo stupro è usato, sempre di più, come una vera arma di guerra.

Visita il sito: www.amnesty.it

Il traffico delle armi - Intervista ad Andrea Matricardi vice-presidente di Amnesty Italia

Andrea Matricardi, vice-presidente di Amnesty Italia, spiega la campagna Control Arms e racconta della produzione e diffusione di armi nel mondo, soffermandosi in particolare sul ruolo dell'Italia.
Dati allarmanti e curiosi, anche per capire come nel mondo vengano prodotti 800 milioni di armi l'anno, per il 60% destinate a privati.
Visita il sito: www.amnesty.it

Mai più violenza sulle donne - Spot pubblicitario di Amnesty International

Spot pubblicitario di Anmesty International
Visita il sito: www.amnesty.it

I am - Spot pubblicitario di Amnesty International

Spot pubblicitario di Anmesty International
Visita il sito: www.amnesty.it

Control Arms - Spot pubblicitario di Amnesty International

Spot pubblicitario di Anmesty International
Visita il sito: www.amnesty.it

Bosnia stuprata: il grido lacerante delle donne

20mila le donne vittime di violenze e stupri, e solo 4 colpevoli processati: a 10 anni dalla guerra in Bosnia, la giustizia è ancora lontanissima, perché migliaia di criminali che hanno abusato di ragazze, donne e bambine sono ancora a piede libero. Dopo essere state ridotte a schiave anche per oltre un anno e abusate da centinaia di uomini, perfino in presenza dei propri figli, le donne bosniache hanno vissuto una ulteriore tragedia: sono state messe al bando della società, emarginate dalle loro stesse famiglie, perché ormai macchiate di una colpa non loro. Hanno perso il lavoro, i legami affettivi, e molte anche la casa. Se la maggior parte si è chiusa nel silenzio, nella disperazione muta, nella depressione spesso gravissima, circa 400 donne invece si sono riunite, per aiutarsi concretamente e per parlare. L'associazione, 'Donna vittima di guerra', in assenza di indagini e processi, sta anche svolgendo un compito fondamentale: il recupero di dati, notizie, fatti, nella speranza che un giorno giustizia sia fatta.
L'8 marzo Amnesty ha invitato alcune donne dell'associazione a Milano, perché possano diffondere la loro testimonianza e chiedere aiuto. Nel corso della serata è stato proiettato un filmato, di straordinaria efficacia e di forte impatto emotivo, realizzato in Bosnia da Mimmo Lombezzi.

Visita il sito: www.amnesty.it

Tibet violentato: la testimonianza di Ngawang Sangrol

La monaca tibetana, condannata a 21 anni di carcere per proteste non violente contro il governo cinese che continua a reprimere l'identità tibetana e la sua religione, è finalmente libera (ma in Svizzera) grazie all'intervento di Amnesty International, che l'ha invitata in Italia.
Visita il sito: www.amnesty.it

Opinioni contro la Tortura

Opinioni di:
Daniela Carboni - Amnesty International
Avvocato Crisci - Comitato Verità e Giustizia per Genova
Marco Bertotto - Amnesty International
Contro la Tortura