Arcoiris TV

Chi è Online

113 utenti
Libri.itDIAN HANSONBESTIARIO VERTICALEN.198 JOHNSTON MARKLEE (2005-2019)LETTERE DA UN TEMPO LONTANOALFRED HITCHCOCK: THE COMPLETE FILMS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: 2008

Totale: 193

Baby Bonbon

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete Aldo è un uomo di 45 anni, vedovo, senza lavoro, senza la speranza di un futuro migliore.Decide così di far prostituire il figlio di 11 anni, Ricardo. Il bambino, prigioniero del padre, in una condizione di apatica passività, passa le ore a memorizzare i numeri e a guardare sempre lo stesso cartone animato. La sua sofferenza è intuita dalla sua insegnante, Leni, che sapendo che il bambino ha perso da poco la mamma che lo proteggeva decide di indagare sulla sua vita. Scopre così che Ricardo è oppressa dal padre, che lo costringe a "lavorare" dentro e fuori casa. Per sottrarsi a tale schiavitù e lenire la sua sofferenza, il bambino si rifugia nella ricorrente visione di un cartone animato. Sarà proprio questo cartone a salvare la vita.Paese: Brasile, ItaliaRegia: Marcel CordeiroSceneggiatura: Marcel CordeiroFotografia (colore): Gui CastorMontaggio: Davide AzziganaMusica: Chopin, Noel RosaInterpreti: Edwillys Rocha Campos, Marcel Cordeiro, Ana Murta, Sandro Costa, Altran Castor, Isaias Campos, Renata Fassarella, José Augusto Loureiro, Alan Correa, Zeze CamposProduttore: Franco MennaAnno di produzione: 2008Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Busy Signal

Busy Signal si è affermato negli ultimi tempi come uno dei più rappresentativi artisti della scena dancehall giamaicana. E' nato a Tivoli Gardens nel cuore dei ghetti di West Kingston, il suo vero nome è Reanno Gordon e come tanti altri ragazzi ha avuto le prime esperienze musicali cantando in chiesa insieme ai suoi genitori. L'esposizione alla dancehall music è arrivata per Reanno attraverso la musica di Bounty Killer (da adolescente sapeva tutte le liriche delle sue canzoni) prima di cercare di elaborare un suo linguaggio personale. Dopo le prime mosse nel 2003 Busy Signal ottiene nel 2005 un clamoroso successo con 'Step out' che lo pone nella schiera dei giovani artisti che contano. Sin dalle prime uscite questo ragazzo cerca di lavorare sodo sulle sue liriche per rappresentare la realtà del ghetto e fa in modo di non apparire con i suoi brani su ritmi con un troppo alto numero di 'versions' di diversi cantanti, cercando addirittura di essere l'unico su un particolare ritmo. Un passaggio quindi fisiologico è quello di aprire la propria etichetta, la Network Records attraverso pubblica brani come 'Tell Santa dis' e 'Where I'm from'. Busy continua a lavorare con altri produttori con cui si sente in particolare sintonia: per Renaissance registra 'Not going down', per Don Corleon 'Because of you', 'That bad' e 'Pharmacy' e per John John 'Fade away'. Il suo debutto su CD arriva nel 2006 con 'Step out' pubblicato dalla Greensleeves: sono suoi ospiti in questo primo lavoro personaggi come Bounty Killer, Movado e Alaine. Nel turbolento mondo della dancehall giamaicana se hai tanto talento le cose ti succedono molto rapidamente e negli ultimi tempi Busy Signal attraverso hits come 'Nah go a jail', 'Unknown number' e 'The days' è diventato uno dei numeri uno anche grazie, oltre che ai suoi hits, alla forza delle sue performances dal vivo. Siamo quindi impazienti di vederlo all'opera per la prima volta al Sunsplash in questa edizione 2008.

Visita il sito: www.rototom.com

CENSURA 2008: incontro col suo autore, Peter Phillips

Per trent'anni Project Censored, un autorevole gruppo di ricerca sui media che si propone di promuovere il ruolo "del giornalismo indipendente in una società democratica", ha raccolto notizie importanti che i principali gruppi mediatici hanno ampiamente ignorato, dando spazio anche alle più piccole e frammentarie informazioni che potessero generare verità negate."Censura 2008. Le 25 notizie più censurate", l'annuario curato da Peter Phillips e Project Censored sulle notizie che avrebbero dovuto occupare le prime pagine dei giornali del mondo, verrà presentato al pubblico internazionale del Sunsplash, con un grande sforzo organizzativo per festeggiare al meglio il quindicennale, direttamente dal suo autore, lo statunitense Peter Phillips, docente di sociologia presso la Sonoma State University of California e guida di Project Censored, nell’unica presentazione ufficiale del testo in terra italiana, in collaborazione con la casa editrice Nuovi Mondi.Anche quest'anno "Censura" ci ricorda che la missione imprescindibile di un giornalista in un paese democratico non cambia e non deve cambiare: il controllo delle istituzioni al potere. Ma "l'informazione come cane da guardia del potere" appare sempre più spesso in Italia e non solo, purtroppo, soltanto un precetto astratto. Introduce Walter Tomada, giornalista del Gazzettino e già capo ufficio stampa del Comune di Udine.

Visita il sito: www.rototom.com

Carambola

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in ReteTre adolescenti patiscono l'assenza della famiglia, la miseria economica e affettiva, trovando per strada la sicurezza, il desiderio di appartenenza ma anche la violenza.Paese: ArgentinaRegia: Alejandro PetreccoSceneggiatura: Alejandro PetreccoFotografia (colore): Pablo RanelliMontaggio: Daniel CasabeProduttori: Rodrigo Goitia, Sergio GonzálezProduzione: La Mirona FilmsAnno di produzione: 2008Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Ce'Cile

Ce'cile e' una delle piu' recenti artiste donne ad essersi affermata nel campo della dancehall jamaicana: il suo vero nome e' Cecile Charlton ed e' originaria della zona di Manchester. Fin da molto giovane questa ragazza aveva l'abitudine di scrivere canzoni ed il suo primo singolo 'Beat of my heart' prodotto da Ibo Cooper dei Third World (un grande amico del padre di Ce'cile) e' uscito molto prima della sua esplosione. Cercando di instaurare altri rapporti nel mondo musicale ha conosciuto Steven Ventura, boss dell'etichetta M-Phatic e dei Celestial Recordings Studios. A seguito di questa conoscenza Ce'cile ha ottenuto l'incarico di studio manager agli studi e questo le ha permesso di conoscere ulteriormente importanti produttori e artisti. La sua attivita' di cantante e autrice e' continuata come backing singer per Spanner Banner e Norris Man, mentre il grande successo e' arrivato per lei fulmineamente nel 2000 con 'Changez', una tune che scherzosamente tirava in ballo le abitudini amorose di vari artisti importanti (facendo anche arrabbiare i piu' permalosi!) e che grazie al suo spirito tagliente ha ottenuto un enorme consenso in Jamaica. La sua carriera e' poi proseguita con varie esibizioni internazionali (e' gia' stata in Italia), con l'uscita del suo primo album . A questa artista non manca nulla per essere una 'dancehall diva' pronta ad infiammare le dancehall massives di mezzo mondo: possiede stile, intelligenza, creatività, sensualità, un corpo provocante ed un bellissimo sorriso. Negli ultimi anni ha cavalcato molti dei migliori ritmi bashment dimostrando di poter scrivere buone liriche e di possedere una notevole dose di grinta ed è apparsa come ospite nel 'milionario' album 'Dutty rock' di Sean Paul. Lo scorso settembre è uscito in Giappone il suo nuovo CD 'Bad gyal' che contiene tutte le sue più recenti 'hot tunes': sicuramente Ce'cile saprà far bruciare anche la dancehall massive del Parco Del Rivellino.

Visita il sito: www.rototom.com

Centro di Relazioni Umane Bologna

Il 28 Ottobre 2008 si è svolta a Siena una serata antipsichiatrica in cui il Dott. Giorgio Antonucci e la psicologa Maria Rosaria d'Oronzo, rispondendo ad un quesito del pubblico descrivono il lavoro del Centro di Relazioni Umane.altre notizie sul sito www.nopsichiatria.com

Visita il sito: www.nopsichiatria.com

Chico Mendes... 20 anni dopo

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in ReteIl video, girato nel 2007, vuole essere un ricordo di Chico Mendes a distanza di 20 anni dalla sua morte (1998- 2008). Quale futuro per i raccoglitori di caucciù, per gli abitanti della foresta amazzonica, per la foresta stessa? La testimonianza della figlia di Chico, Elenira, e del cugino Raimondo.Paese: ItaliaRegia: Claudio TuraSceneggiatura: Aldo Colonello e Claudio TuraFotografia (colore): Claudio TuraMontaggio: Michele MarcoliniMusica: Paolo FratteProduttore: Claudio TuraProduzione: Circolo Culturale MenocchioAnno di produzione: 2007Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Cocoa T

Cocoa Tea è uno dei più grandi cantanti di note giamaicani degli ultimi venticinque anni ed è uno dei principali protagonisti del Rototom Sunsplash 2007: questo artista non ama viaggiare e quindi lascia difficilmente la Giamaica e questa è un occasione da non perdere per toccare con mano la sua classe immensa. Il suo vero nome è Calvin Scott ed è nato il 3 settembre 1959 a Rocky Point nel parish di Clarendon. A quattordici anni ha registrato con il suo vero nome alcune tunes per il produttore Willie Francis senza però ottenere alcun riscontro: Calvin ha passato gli anni successivi lavorando come fantino da corsa all'ippodromo di Caymanas Park o come pescatore e nel 1983 è ritornato ad occuparsi di musica stabilendosi a Kingston e cambiando nome in Cocoa Tea. Proprio il 1983 è per lui l'anno della svolta: messo sotto contratto da Junjo Lawes, Cocoa Tea azzecca una serie di hits vincenti attraverso titoli che resteranno nella storia della dancehall degli anni '80 come 'Rocking dolly', 'I lost my Sonia' e 'Informer'. In quegli anni Cocoa Tea abbraccia la fede Rastafari e quando Junjo trasferisce il suo business a New York diventa parte integrante della scuderia di Prince Jammys. I suoi brani di questo periodo sono racchiusi nei due albums 'The marshall' (1986) e 'Come again' (1987). La maturazione ha fatto si che Cocoa Tea abbia una magnifica voce di cui non perde mai il controllo e che possa cantare con grande eleganza e proprietà di linguaggio di vari temi ed argomenti di cronaca, spaziando dalle canzoni d'amore e le 'Rasta tunes' ad azzeccatissimi brani sugli accadimenti della vita giamaicana e mondiale: addirittura qualche critico lo ribattezza 'il Bob Marley degli anni '80'. Dal 1989 incide regolarmente per Gussie Clarke anche in trio insieme a Shabba Ranks ed Home T con cui registra grandi hits come 'Pirates anthem' e ‘Who she love'. Negli anni novanta Cocoa fonda la sua etichetta Roaring Lion ed ha una progressione quasi incredibile di grandi hits ed ottimi albums alternando le sue sessions con i top producers del momento Fatis Burrell e Bobby Digital: peri l primo citiamo 'Good life', 'She loves me now' e 'Israel King' e per il secondo 'Holy Mount Zion', 'Tune in' e le bellissime covers di Bob Marley 'The heaten' e 'Waiting in vain', quest'ultima anche in combination con Cutty Ranks. I suoi brani migliori della seconda meta' degli anni novanta sono racchiusi nell'album 'Holy Mount Zion' pubblicato addirittura in USA dalla mitica etichetta Motown. Anche se non è piu' cosi' prolifico sul mercato dei singoli è sempre abbastanza attivo sul versante degli albums: Fatis Burrell ha prodotto nel 2006 il bellissimo 'Save us oh Jah' l'anno scorso è uscito l'ottimo 'Biological warfare' per l'etichetta tedesca Minor 7 Flat 5. Quest'anno Cocoa Tea è tornato alla ribalta grazie all'appoggio a Barak Obama nel brano omonimo: nonostante il brano non sia è ancora uscito è stato massicciamente suonato dalle radio giamaicane ed ha provocato anche l'interessamento della CNN che ne ha mandato in onda il video.

Visita il sito: www.rototom.com

Come si presentano - Beatrice Lorenzini

Adnkronos - Speciale elezioni 2008
Beatrice Lorenzini - Popolo della Libertà
Visita il sito:
www.adnkronos.com

Come si presentano - Franco Giordano

Adnkronos - Speciale elezioni 2008
Franco Giordano - La sSinistra l'Arcobaleno
Visita il sito:
www.adnkronos.com