Chi è Online

176 visite
Libri.itANNE GEDDES. SMALL WORLD (IEP)GAUGUIN (I) #BasicArtMOSTRI MALATIDOMUS 1960SBARBRA STREISAND. BY STEVE SCHAPIRO & LAWRENCE SCHILLER - Trade edition

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Totale: 17752

Uccidete la democrazia!


Memorandum sulle elezioni di aprile
_______________________________________
Un film di Beppe Cremagnani e
Enrico Deaglio
regia di Ruben H. Oliva
_______________________________________

Questo film parla di un tabù, l'ultimo che si vorrebbe mettere in dubbio.
Il tabù dice che in democrazia tutti siamo uguali e così i nostri voti. Iltabù dice che andando a votare eleggiamo chi ci governerà.
Questo film parla delle elezioni politiche italiane dell'aprile 2006, finitesul filo di lana.
Non sono state regolari. Se lo fossero state il centro sinistra avrebbevinto con ampio margine.
Questa è un'inchiesta giornalistica, un docu-thriller politico. Al centrodell'indagine il ritrovamento di Bianca, la scheda scomparsa.
Indizi sull'arma del delitto. Un movente chiaro. Molti testimoni reticenti.
Tutto cominciò quando si chiusero le urne delle elezioni politiche italiane,alle ore 15 del 10 aprile 2006.
Cortesia del settimanale
DIARIO

Acquistaquesto video online

_______________________________________
Visita il sito:
www.diario.it
Visita il sito:

www.uccidetelademocrazia.com
  • Lingua: ITALIANO
  • Visualizzazioni: 61455   -  Commenti: 7
  • Tutti filmati di: DIARIO | Durata: 96.40 min | Pubblicato il: 18-12-2006
  • Categoria: DOCUMENTARI

Víctor Jara en Perú

Filmación realizada al cantante chileno en un concierto en Perú en 1973, dos meses antes de ser asesinado por el gobierno militar de Augusto Pinochet. Víctor Jara fue uno de los máximos representantes de la Nueva Canción Chilena y hasta hoy es la voz de la gente que sufre injusticias. En el video, de hecho, él precede cada una de las canciones con una historia real y resume su pensamiento en una frase: "Nosotros, a los que nos dicen cantantes de protesta, creemos que el amor es lo fundamental (...) es la esencia la razón de ser del hombre, por eso no puede estar ausente de la canción popular ".

Visita el sitio: www.correodelsur.ch

CANTACHILE - Concerto degli Inti Illimani Històrico

Concerto di solidarietà in favore del Cile organizzato da Overseas Onlus, in collaborazione con il comune di Reggio Emilia, di Artemedios e di Energee 3Ecco il numero del conto dove si possono già effettuare donazioni:Banca Etica, filiale di Bologna, IBAN: IT87 E050 1802 4000 0000 0000 029Gli Inti-Illimani històrico sono un gruppo vocale e strumentale cileno che si forma nel 1967 nell'ambito del movimento della Nueva Canción Chilena e tuttora attivo.Il nome è composto da due parole: Inti (parola Quechua che significa sole) ed Illimani (nome Aymara di una cima della catena delle Ande). Costretti all'esilio in conseguenza del golpe cileno del 1973, rientrano in patria nel 1988 dove proseguono l'attività musicale anche attraverso un rinnovamento nel repertorio e nella composizione del gruppo stesso.Visita il sito: www.intiillimani.orgVisita il sito: www.overseas-onlus.org

Visita il sito: www.cantachile.org

Video inedito di Paolo Borsellino

Il giudice Borsellino incontra, il 26 gennaio del 1989, gli studenti di Istituto professionale di Stato per il commercio "Remondini" di Bassano del Grappa.
Incisivo e didascalico, affronta tutti i temi fondamentali: dalla mafia alla legalità.
Video avuto per gentile concessione del Prof. Enzo Guidotto, Presidente dell'Osservatorio veneto sul fenomeno mafioso e Consulente della Commissione Parlamentare Antimafia.
Visita il sito: www.centroborsellino.it
Vistia il sito: www.narcomafie.it
Vistia il sito: www.antimafiaduemila.com

Travaglio - Dagli Inciuci al Regime...sino a Le Mille Balle Blu

Filmato girato il 18 maggio 2006 in occasione dell'iniziativa con Marco Travaglio ad Isernia "Dagli inciuci al Regime... sino a Le Mille Balle Blu".
Video che vuole ripercorrere i cinque anni di regime mediatico in cui i pilastri della TV pubblica (Biagi, Santoro e Luttazzi) sono stati cacciati dalla Rai. Nel video si possono ripercorrere gli anni del berlusconismo cheha causato seri danni ai tanti settori del nostro Paese.

Video realizzato da Paolo De Chiara (giornalista-pubblicista), in collaborazione con Lucio Pastore.Per informazioni:
molise@arcoiris.tv

I Padroni del Mondo

Questa è la copia integrale del film "I Padroni del Mondo" di Massimo Mazzucco, in esclusiva su Arcoiris TV."I Padroni del Mondo" non è un classico film sugli UFO, ma un film che cerca di comprendere il motivo per cui tutte le informazioni mai raccolte fino ad oggi sugli UFO ci vengano tenute nascoste dai militari del Pentagono. E' forse trovando questa risposta che si può trovare anche quella sull'esistenza o meno di esseri provenienti da altri pianeti, e sulle loro eventuali intenzioni.Il DVD è acquistabile su: shop.luogocomune.net

Visita il sito: www.luogocomune.net

La vera storia di Haiti

Nessuno si è mai domandato come è possibile che metà di un'isola stia relativamente bene, dal punto di vista economico, mentre l'altra metà sia semplicemente il paese più povero di tutto l'emisfero occidentale?Teoricamente un'isola dovrebbe disporre di risorse naturali divise abbastanza equamente, e non si conoscono isole in cui ci siano fragole, ruscelli dorati e fior di loto da una parte, mentre dall'altra vi siano cave di tufo, zanzare e topi morti.Perchè allora Haiti è il paese più povero dell'Occidente, mentre a Santo Domingo - l'altra metà dell'isola - la popolazione se la passa relativamente bene, o comunque vive in maniera dignitosa?Perchè Haiti ha commesso, oltre duecento anni fa, il più grave peccato mortale che si conosca sulla faccia della terra: ha osato ribellarsi all'uomo bianco.

Telegiornale Spazio Aperto N°004

Telegiornale Spazio Aperto N°4
OGM 2° parte
A cura di Massimo Bonella
In collaborazione con Teleidea Chianciano
Biografia di Massimo Bonella

Il Nuovo Secolo Americano




un film di Massimo Mazzucco
Il Nuovo Secolo Americano presenta tutti i retroscena storici, politici, economici e filosofici che avrebbero portato agli attentatidell'11 settembre per vie ben diverse da quelle che ci sono stateraccontate.
"Storicamente accurato, narrativamente coinvolgente, "Il nuovo secolo americano" è senza dubbio uno dei migliori filmsui retroscena dei fatti che hanno portato all'11 settembre"
- Webster G. Tarpley

I capitoli del film:
LA PAURA ATOMICA - Una premessa fondamentale
OSAMA BIN LADEN - Quello vero e quello inventato
GEORGE W. BUSH - Un presidente in ostaggio
NEOCONS - Un gruppo che viene da lontano
I PRECEDENTI STORICI - Guerra e Costituzione
PETROLIO e GAS- La nuova geografiamondiale
IL COMPLESSO MILITARE-INDUSTRIALE - Una profeziaavverata
LA GUERRA MEDIATICA - Più importante di quella reale
CONTRACTORS - La guerra dei privati
LE FORZE OSCURE - Iraq terra di nessuno
Il Nuovo Secolo Americano è stato presentato alla 31 MostraInternazionale del Cinema di San Paulo, Brasile, il 26/29 Ottobre 2007
Per maggiori informazioni:
clicca qui


Visita il sito:
www.luogocomune.net

PER ACQUISTARE IL DVD:
clicca qui
!

Battuta di caccia a Baghdad



Il trofeo di oggi verrà assegnato alla squadra che riuscirà a colpire più bersagli durante un intero giro in tangenziale, intorno alla città. Si assegneranno 10 punti per le jeep, i camion, e i veicoli oversize, venti per le auto normali, cinquanta per le utilitarie sotto i tre metri di lunghezza.
Sembrerebbe solo un cinico esercizio di pessimo humor, ma potrebbe benissimo essere anche la regola vera e propria a cui si attengono i personaggi che vedrete - anzi, che non vedrete - in questo filmato. Non solo non vedrete gli assassini, ma nemmeno i morti, che sembrano essere purtroppo molti di più. Vedrete solo, paradossalmente, delle automobili.
A divertirsi in quel modo sono, secondo i vari siti che hanno immesso clandestinamente il filmato in rete, un gruppetto di "contractors" americani della AEGIS (i civili di una delle varie ditte collegate all'industria bellica, che spadroneggiano in Iraq sin dai primi giorni dell'invasione).
Lo fanno, è evidente, alla piena luce del sole, senza minimamente preoccuparsi di essere visti, e quindi con la chiara connivenza dell'esercito di occupazione e delle locali autorità irachene. Sarebbe fin troppo facile, a questo punto, chiedersi se sia questa la civiltà che esportiamo, ma ormai la domanda pare essere obsoleta. L'unico sforzo che ancora ci rimane da fare, forse, è accettare una volta per tutte con che tipo di persone abbiamo scelto di allearci, e domandarci che prezzo la storia vorrà farci pagare questa scelta abominevole.
Massimo Mazzucco
Visita il sito: www.luogocomune.net