Chi è Online

133 utenti
Libri.itTHE POLAROID BOOK (IEP) - #BibliothecaUniversalisTUTANKHAMON. IL VIAGGIO NELLGIOVANNA GARZONI. UN VOTO DIL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTOHADID. COMPLETE WORKS 1979-TODAY (IEP) - Edizione 2020
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

24 Giugno 2020 09:37

PIERRETTE HERZBERGER-FOFANA DENUNCIA AL PARLAMENTO EUROPEO LA VIOLENZA DELLA POLIZIA (VIDEO)

42 visualizzazioni - 0 commenti

di doriana goracci

su https://www.agoravox.it/Eurodeputata-Fofana-denuncia-al.html


Eurodeputata Fofana denuncia al Parlamento europeo la violenza della polizia (video) - AgoraVox Italia
"La Vita dei Neri Conta", ha proclamato al Parlamento europeo l'eurodeputata tedesca dei Verdi Europei, Pierrette Herzberger-Fofana nata a Bamako, capitale del Mali, 71enne: "Quando ho detto al ...
www.agoravox.it


"La Vita dei Neri Conta", ha proclamato al Parlamento europeo l' eurodeputata tedesca dei Verdi Europei, Pierrette Herzberger-Fofana nata a Bamako,capitale del Mali,71enne: "Quando ho detto al poliziotto che ero un membro del Parlamento europeo, non mi ha creduta".
Lei ,eurodeputata tedesca dei Verdi, davanti al Parlamento europeo ha dichiarato di essere stata vittima della violenza della polizia a Bruxelles mentre stava fotografando con  il suo smartphone,un intervento che considerava un abuso.Il presidente del parlamento David Sassoli le ha assicurato il sostegno delle istituzioni e l'ha invitata a chiarire le circostanze al fine di chiedere una spiegazione alle autorità belghe e "Il colore della pelle della nostra collega non è estraneo al fatto stesso che è stata arrestata e alla brutalità e alla mancanza di rispetto che ha sofferto", ha dichiarato il suo Philippe Lamberts, copresidente del gruppo politico (Verts-ALE) a cui appartiene Pierrette Herzberger-Fofana.
La polizia di Bruxelles ha negato di aver usato la violenza e ha riferito di comportamenti "aggressivi" della stessa che hanno portato alla stesura di un rapporto per "disprezzo" nei loro confronti :"Voleva interferire nell'intervento, stava girando la scena e inizialmente si è rifiutata di identificarsi ha dichiarato Audrey Dereymaeker, portavoce della zona di polizia di Bruxelles - Nord. "È vero anche che c'è stata una ricerca di sicurezza con una breve privazione della libertà, nel tempo di verificare la sua identità, e seguire la solita procedurada una poliziotta." Ha spiegato che il deputato in realtà aveva "il diritto di filmare l'intervento": "Ma lì, è stata coinvolta nell'intervento perché la polizia interviene e interferisce per effettuare un controllo di identità. "Ha aggiunto che è stato redatto un documento per "le parole pronunciate dal membro dell' Europarlamento e il modo in cui si è rivolta alla polizia che hanno portato il magistrato a chiedere alla polizia stessa di redigere un a risposta ".
 
Descrive questa esperienza come "traumatica e umiliante". E ritiene che abbia un'eco particolare per ciò che sta accadendo nel mondo dalla morte di George Floyd negli Stati Uniti. Pierrette Herzberger-Fofana invita il Parlamento europeo ad adottare "misure concrete per un buon numero di persone che non sono qui e che non sono state in grado di sfuggire alla violenza della polizia".
L'avvocato di Pierrette Herzberger-Fofanan, Alexis Deswaef, ha confermato che è stata presentata una regolare denuncia.
In questo modo la deputata ha voluto anche stabilire un collegamento con la mobilitazione contro la violenza della polizia in seguito alla morte di George Floyd negli Stati Uniti, anche durante un dibattito sull'argomento che stava per aprirsi nell'emiciclo.Michel Wieviorka,sociologo, si augura che"Questa mobilitazione planetaria contro la violenza della polizia e il razzismo, possa spostare le sue linee di azione se riesce a mantenere il suo carattere universalista".
 
Il Parlamento europeo è stato coinvolto nel movimento globale contro il razzismo quando venerdì sera adottando una risoluzione che dichiara il traffico di schiavi "un crimine contro l'umanità" e viene usato usa lo slogan "Black Lives Matter La vita dei neri contaLa vita dei neri conta ",riprendendo lo slogan "Black Lives Matter" del movimento mondiale partito dagli Stati Uniti contro il razzismo e la violenza della polizia.
Anche i deputati europei dichiarano in questa risoluzione, adottata con 493 voti a favore, 104 contrari e 67 astensioni, che il traffico di schiavi è "un crimine contro l'umanità". Questa risoluzione è una risposta diretta alle proteste che si sono moltiplicate dopo la morte di George Floyd, morto asfissiato durante il suo arresto da parte della polizia a Minneapolis, negli Stati Uniti.Nel suo testo, il Parlamento "condanna fermamente la morte spaventosa di George Floyd negli Stati Uniti, così come altri omicidi simili in altre parti del mondo". Mostra il suo sostegno alle recenti manifestazioni contro il razzismo e la discriminazione e condanna il "suprematismo bianco in tutte le sue forme".
Nota bene: "Gli eurodeputati della Lega e di Fratelli d'Italia hanno votato contro la risoluzione al Parlamento europeo che condanna ogni forma di razzismo dopo la morte di George Floyd. A favore della risoluzione gli europarlamentari del Pd, del M5S, Forza Italia e Italia Viva. "
Ringrazio l'amica Marcelline Bangoura, cittadina italiana nata in Guinea che mi ha inviato il video che allego e per il quale ho scritto questo post, e forse non sa che la stessa eurodeputata il 13 febbraio 2020 aveva portato a Strasburgo, un documento sulle violenze eseguite sui manifestanti proprio in Guinea, nel quale concludeva così: " Su Facebook la signora Pierrette Herzberger-Fofana scrive: "A tutti coloro che hanno inviato un messaggio di sostegno e solidarietà; Grazie! Insieme combatteremo contro la violenza della polizia. - abbiamo bisogno di giustizia per tutti!"
Ringrazio anche io e l'abbraccio
Doriana Goracci
video foto e riferimenti su https://www.agoravox.it/Eurodeputata-Fofana-denuncia-al.html

COMMENTA