Arcoiris TV

Chi è Online

233 utenti
Libri.itMERLINO, SALCICCIA E TARTINAMIGRANTISIGNOR SINGHIOZZODAL. TAROCCHI - nuova edizioneHELMUT NEWTON. SUMO. 20TH ANNIVERSARY EDITION (IEP) - XL

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!




Lingua: ITALIANO

Totale: 9320

Intervista ad Haidi Giuliani in cui spiega il progetto 'RETI INVISIBILI'

Intervista a Haidi Giuliani in cui spiega la storia e le motivazioni che la hanno indotta a creare "RETI INVISIBILI" il network di associazioni italiane impegnate nella memoria storica, nella ricerca della verità e della giustizia su molte vicende che hanno insanguinato il nostro Paese dal dopoguerra ad oggi.
Visita il sito: www.reti-invisibili.net

Quando un'intervista ti cambia la vita

Nabil Bayoumi è stato il presidente del centro islamico di Bologna fino a quando non ha partecipato, il 9 settembre scorso, a una puntata di "Matrix", la trasmissione serale di Enrico Mentana. Le condiderazioni allora espresse su Bin Laden e la guerra in Iraq hanno innescato una vivace polemica che lo ha indotto a lasciare il suo incarico.
Nabil Bayoumi difende la sua posizione, sostenendo che poche frasi estrapolate da una lunga intervista sono state scelte ad arte per sollevare il polverone.
Ma qual è la reale opinione di Nabil Bayoumi? Qual è la nuova strada che ha imboccato dopo questo episodio?
Intervista realizzata in collaborazione con Giuseppina Marcanti di radio Città del Capo.
Visita il sito: www.radiocittadelcapo.it

Marco Travaglio: "L'amico degli amici" sulla condanna a Dell'Utri

Esce "L'amico degli amici", con cui Marco Tarvaglio e Peter Gomez spiegano, attraverso la requisitoria dei pm e la memoria della difesa, perchè Marcello dell'Utri, ideatore di Forza Italia, è stato condannato a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa. E ricordano alcuni commenti sulle sentenze: "I giudici di Palermo scherzano con il fuoco", aveva dichiarato Silvio Berlusconi; "I sensi più profondi di stima e amicizia" aveva detto a Dell'Utri il nostro presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini

Crisi: chi l'ha voluta e chi la paga

18 maggio 2012, Istituto Storico - Modena
Ne parliamo con Giorgio Gattei, docente di Storia del Pensiero Economico presso Università di Bologna.

Visita: www.molilli.org

01)Intellettuali e Artisti in Difesa dell'Umanità- Sessione plenaria di apertura



4° Incontro Mondiale di Intellettuali e Artisti in Difesa dell'Umanità
Sessione plenaria di apertura
Visita il sito: http://62.123.84.92/defensa/italiano

Intervento dell'Avvocato Crisci

Presso il teatro Modena di Sampierdarena GENOVA - Sabato 19/07/2003
Visita il sito: www.veritagiustizia.it
Visita il sito: www.amnesty.it

La madre

Dal romanzo omonimo (1907) di Maksim Gor'kij. Tvera, 1905.
Palageja Niloyna, vedova di un operaio alcolizzato ucciso inuno scontro a fuoco in fabbrica, teme per la vita del figlio Pavel, militante del movimento rivoluzionario, e rivela alla polizia dove ha nascosto le armi. Questo egoismo materno sitrasforma in una graduale presa di coscienza: quando Pavelmuore in un tentativo di evasione durante una manifestazione per il 1° maggio, sarà lei a raccogliere la bandiera rossa e a farsi ammazzare dai dragoni a cavallo.
Considerato per mezzo secolo un classico del cinema muto sovietico eclassificato nel 1958 in un referendum internazionale tra critici a Bruxelles tra i 12 migliori film della storia del cinema, Mat' è stato poi sottoposto a una revisione critica ingenerosa e altrettanto faziosa. Sceneggiato da Nathan Zarkhi, segna l'esordio nel lungometraggio di V.I. Pudovkin (1893-1953). Punta sull'evoluzione psicologica dei personaggi, presentati non come tipi, ma figure esemplari in una vicenda esemplare, e sugli aspetti più evocativi della natura. L'azione dei personaggi è immersa in un paesaggio continuamente mutevole che partecipa, arricchendolo di significati, allo sviluppo della storia. Tra gli esempidel montaggio parallelo cui ricorre il regista,talvolta con ritmi stretti, quasi frenetici, è famosa la marcia dei manifestanti, accostata alleacque della Neva che trascinano i blocchi di ghiacciodel disgelo. La suggestiva fotografia è di Anatolij Golovnia.Il romanzo di Gor'kij fu portato sullo schermo altre tre volte: da Alexandre Razumnyi (1920), Marc Donskoj (1955) e Gleb Panfilov(1990).
Distribuito in Italia con l'alcolico titolo di Vodka.

Titolo originale: MAT'
Regia: Vsevolod Pudovkin
Attori:
Anna Zemtsova - La Rivoluzionaria
Viktor Uralskij - Ufficiale Di Polizia
Vsevolod Pudovkin - Michail Vlasov
N. Vidnov

Travel for others

Autori:
Alessandro Rocca
Visita il sito: www.collecchiovideofilm.it

Maria del villaggio delle formiche

di: Tosho Henosukeanno: 2001 Il film narra con scrupolosa fedeltà storica la vicenda di un'eroica ragazza del nostro tempo.Maria Kitahara Satoko, figlia di un professore di Tokyo, sente il richiamo dei diseredati della sua città, i cenciaioli.Presa dalla vocazione, si stabilisce nel loro villaggio superando diffidenze e ostilità per crearvi, tra mille difficoltà, una scuola e nuove condizioni di vita. Ci riuscirà, offrendo loro anche la sua giovane vita.Premio dell'Arte, Festival di TokyoPremio Ocic, Festival di San Sebastian

Visita: www.emi.it

Per una Bologna accogliente e ospitale

Intervista a Leonardo Barcelò, docente universitario.
Giunto in Italia nel 1973, per sfuggire al regime di Pinochet, Leonardo Barcelò si è inserito attivamente nel tessuto sociale e politico di Bologna, di cui ha sempre ammirato l'accoglienza e il contributo al consolidamento della democrazia. Aspetti che occorre saper ricreare.