Arcoiris TV

Chi è Online

89 visite
Libri.itCHRISTO & JEANNE-CLAUDE - ARTIST PROOF EDITIONPRISSE DAVENNES. EGYPTIAN ARTKAY NIELSENS A THOUSAND AND ONE NIGHTSCODICES ILLUSTRESGHIRLANDE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: ITALIANO

Totale: 8340

Bologna 2 Agosto 1980 OGGI

Soggetto e regia Filippo Porcelli
Film realizzato in occasione del 25° anniversario della strage alla stazionedi Bologna con il COMITATO DI SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLE STRAGI el'ASSOCIAZIONE TRA I FAMIGLIARI DELLA STRAGE ALLA STAZIONE DI BOLOGNA DEL 2AGOSTO 1980; presentato a conclusione del concerto del 2 agosto a Bologna inPiazza Maggiore e proiettato durante la giornata nei bus e in vari luoghidella città
Cortometraggio avuto per gentile concessione dell'Associazione Tra i FamiliariDelle Vittime della Strage alla Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980
Visita il sito: www.stragi.it

La fecondazione proibita e la scienza tradita.

La fecondazione proibita e la scienza tradita
Per la riappropriazione responsabile della maternità. Le tante ragioni di quattro sì

In vista del referendum sulla fecondazione assistita la Casa della Cultura, forzando la sua tradizionale riservatezza in occasione delle scadenze elettorali, organizza un incontro - manifestazione per il sì.
Intorno al tavolo si ritrovano competenze molto diverse: un ricercatore neurogenetista Stefano Di Donato, un filosofo della scienza Telmo Pievani, una giurista Marzia Barbera, una analista *Marisa Fiumanò, un esponente politico Barbara Pollastrini.
Nel dibattito emergono così le tante e diverse ragioni dei sì: quelle della ricerca scientifica, quelle del movimento delle donne e quelle finalizzate alla difesa della laicità dello stato.
Coordina il dibattito: Ferrucio Capelli, direttore della Casa della Cultura.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it

13)- Intervento di Francesco Paoloantoni

Manifestazione di protesta promossa da: Coordinamento Nazionale dei Girotondi e dei Movimenti, Arcoiris Tv, A.R.C.I., CGIL, Megachip, Articolo21, Carta.
Napoli - Palapartenope - 25 gennaio 2004
Una grande manifestazione estesa a tutta l'Europa per denunciare e gridare forte il nostro "ORA BASTA" allo sfascio dell'Italia.

Le bufale di Paolo Attivissimo sull'11 settembre

Nuova raccolta di "primizie" raccontate al pubblico dal difensore numero 1 della versione ufficiale sull\'11 settembre

Visita il sito: www.luogocomune.net

Senza giusta causa - Interviste

Dalla Costituzione allo Statuto dei Lavoratori, al lavoro nella società globalizzata
N.A.Di.R. informa: : i protagonisti ci raccontano perché "il passato è presente" e la memoria storica è quello strumento che solo può aiutare a capire spingendo verso quel cambiamento teso alla conquista della libertà e dell'uguaglianza.
Si ringrazia per la collaborazione il Centro Documentazione DON LORENZO MILANI E SCUOLA DI BARBIANA
Vista il sito: www.mediconadir.it
Vista il sito: www.icareancora.it

03) - Africa: il superamento dell'inferno

"Africa: il superamento dell'inferno".
Danze e canti etnici eseguiti durante le serate su intercultura e Africa nell'ambito della manifestazione.
Registrazioni effetuate presso il TEATRO DELL'ANTONIANO - Via Guinizelli , 3 - Bologna.
Visita il sito: www.mediconadir.it

Vicenza: No Dal Molin. Concerto finale dell'Osteria Popolare Berica

Dopo il corteo, lo spettacolo teatrale di Dario Fo, il siparietto teatrale di Franca Rame e le opinioni di esponenti dei Comitati No-Dal Molinla giornata di manifestazione contro l'espansione della base militare americana a Vicenza si è conclusa con la musica.
A chiudere le danze salgono sul palco i vicentini dell'Osteria Popolare Berica, che da veri padroni di casa chiudonola manifestazione intrattenendo il pubblico fino a tarda serata.
Riprese effettuate a Vicenza, durante la manifestazione contro la base militare Dal Molin.
Visita il sito: www.altravicenza.it
Visita il sito: www.osteriapopolareberica.it

Il massaggio Ayurvedico Keralese

N.A.Di.R. informa:
La magia dell?India e della regione del Kerala (sud-ovest del continente) risuona nelle immagini, nelle soavi melodie e nella medicina Ayurvedica (la scienza medica del vivere bene). Il massaggio Ayurvedico Keralese viene proposto in una serie di immagini raccolte nel Centro benessere ?Coconut Lagoon? e nell?ospedale dell?entroterra di Cochin. È un massaggio energetico, olistico che lavora sul sistema muscolare e circolatorio; al tempo stesso esprime i concetti orientali di energia e di scambio energetico tra chi effettua e chi riceve il massaggio, il beneficio in effetti non viene apportato solamente al Paziente, ma il ?dare? il massaggio riesce a creare una situazione di grande benessere anche all?esecutore.Dal punto di vista organico si ottiene un miglioramento del ritorno venoso e la stimolazione del sistema linfatico. Il massaggio crea quel calore corporeo che permette un?accelerazione del metabolismo di base, una più efficace eliminazione delle scorie, la decontrazione dei tessuti molli ed un ripristino della funzionalità articolare.
Una grande sensazione di benessere psico-fisico non può non inondarci durante e dopo il massaggio.
Riprese: N.A.Di.R.
Visita il sito: www.mediconadir.it

Don Ciotti: ecco le nuove povertà

4 milioni: è il numero dei poveri in Italia. Don Ciotti legge con amarezza e inquietudine notizie e dati dell?anno appena iniziato.
Visita il sito: www.gruppoabele.org

Torino, 21 di marzo: la giornata nazionale della memoria

35.000 persone al corteo dell'XI giornata dedicata alla memoria e all'impegno in ricordo delle vittime delle mafie organizzata da Libera. A sfilare nel centro di Torino, oltre a centinaia di familiari delle vittime e alle autorità, migliaia di studenti e normali cittadini. Il corteo è partito da piazza Vittorio Veneto ed è arrivato in piazza S. Carlo, dove le delegazioni degli studenti hanno eretto, portando un mattone per ogni scuola, il cosiddetto "muro della memoria".
Durante il percorso della manifestazione sono stati scanditi i nomi delle vittime delle mafie. Centinaia di bandiere colorate, ognuna recante il nome di una vittima, hanno sventolato sotto una pioggia intensa. In testa al corteo i familiari delle vittime e numerosissimi sindaci con la fascia tricolore e il gonfalone della propria città. Anche delegati delle forze dell'ordine hanno preso parte attiva al corteo. Tra i numerosi familiari presenti, i parenti di Peppino Impastato, Francesco Fortugno, Giancarlo Siani, Silvia Ruotolo, Boris Giuliano, Carlo Alberto Dalla Chiesa e tanti altri.
Dal palco di piazza S. Carlo gli interventi delle autorità.
Visita il sito: www.libera.it
Visita il sito: www.gruppoabele.org
Visita il sito: www.acmos.net