Arcoiris TV

Chi è Online

314 visite
Libri.itKIWIN.196 KARAMUK KUO - TEdA ARQUITECTES MASSIMO LISTRI. THE WORLDLONDON MIRABILIA. VIAGGIO NELLSEGRETO DI FAMIGLIA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: ITALIANO

Totale: 13686

Intervista ad Arnaldo Cestaro - Pensionato picchiato alla scuola Diaz a Genova durante il G8

A quattro anni dai fatti del G8 di Genova Arnaldo Cestaro (pensionato di 61 anni picchiato dalla polizia all'interno della scuola Diaz) racconta cosa prova ad essere di nuovo a Genova.
Visita il sito: www.veritagiustizia.it

Madre Terra ? Pacha Mama Baby - Rototom Sunsplash 2005

Sottopancia più sottotitoli; voce over di Tommaso D'Elia, regia Silvia Bonanni Tommaso D'Elia, montaggio Luca Onorati
Il Rototom Sunsplash è un festival di musica reggae, dove 120.000 persone ogni anno s'incontrano per otto giorni. Il piccolo paese d'Osoppo li ospita nel parco del Rivellino, in pieno Friuli a pochi chilometri da Gemona. Questo è il Festival di reggae più grande d'Europa, dove ogni anno, oltre ai concerti dei più importanti musicisti reggae provenientida tutto il mondo, si affrontano e si dibattano temi come la pace, l'ambiente, l'omofobia, ecc.
L'edizione di quest'anno, la XII ha avuto come titolo la Madre Terra. I temi affrontati vanno dall'Amianto all'Acqua, lo Tsunami, dall'Uranio Impoverito all'Omofobia e la Pace
Personaggi che intervengono : Felice Casson, ex magistrato; Walter Ganapini, Green Peace Italia; Gianpietro Abbate, fisico e teologo; Michele Boato, Ecoistituto Alex Langer; Sergio Cecchini, Medici Senza Frontiere; Mariella Cau; Rosario Lembo e inoltre
Gareth Henry da Kingston del Jflag che racconta l'uccisione di un omosessuale; Thalia Maragh e Marcus Goffe avvocati giamaicani.
Questo lavoro vuole far conoscere l'esistenza di questo 'raduno', come amano definirlo gli organizzatori, che vive completamente senza sponsor, e che da dodici anni porta nel cuore del NordEst italiano un'esperienza multietnica, di grande rilievo culturale, di approfondimento di tematiche importanti per la crescita d'intere generazioni di giovani europei.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

03)- Il film ARD INNISSAA' (Terra di donne)

ARD INNISSAA' (Terra di donne)
di Jean K. Chamoun - Prodotto da Mai Masri
Il film racconta la storia di Kifah Afifi una rifugiata Palestinese di Shatila, sopravissuta al massacro ed ex-prigioniera politica del tristemente famoso carcere di Khiam nel Sud del Libano, durante l'occupazione israeliana.
Il film riporta anche le esperienze della nota poetessa Palestinese Fadwa Toukan e della carismatica pioniera Sameeha Khalil, due delle donne che hanno fatto la storia della Palestina al femminile.
Il film vuole comunicare al mondo un modo di non cedere all'odio e alla vendetta, per costruire un autentico cammino di libertà.
Serata organizzata da: TAVOLO PAESE PALESTINA, con il patrocinio del COMUNE DI MODENA e in collaborazione con l'ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI

Intervista a Maurizio Bassetti della rivista Testimonianze

Registrata durante Terra Futura, la mostra-convegno per presentare e promuovere tutte le iniziative che già sperimentano e utilizzano modelli di relazioni e reti sociali, di consumo, di produzione, di finanza, di commercio sostenibili: idee virtuose che, se adottate e diffuse, contriburebbero a garantire la salvaguardia dell?ambiente e la tutela dei diritti delle persone e dei popoli.
Intervista realizzata in collaborazione con Metamorfosi
Visita il sito: www.consumattori.org

Presentazione di EurAsia

Rivista di studi Geopolitici del Coordinamento Progetto Eurasia
Lo scopo di questa nuova rivista di studi geopolitici è quello di promuovere, stimolare e diffondere la ricerca e la scienza geopolitica nell'ambito della comunità scientifica nazionale ed internazionale, nonchè di sensibilizzazione sulle tematiche eurasiatiche il mondo politico, intelletuale, militare, economico e dell'informazione.
La prospettiva di EURASIA non corrisponde solo a quella delle relazioni internazionali in senso stretto, ma è anche quella, più fondamentale, che concerne l'influenza esercitata sulle "rappresentazioni" geopolitiche passate e attuali, nonché sugli scenari futuri, dai rapporti culturali e spirituali tra i popoli che abitano la massa continentale eurasiatica...
Visita il sito: www.eurasia-rivista.org

Last Embrace

interprete: Kirayelbrano per il festival Canzoni 2010

Anthony B - Rototom Sunsplash 2005

Tra i migliori esponenti del nuovo reggae un posto spetta di diritto ad Anthony B, nato Anthony Blair nel 1977 nel sobborgo di Portmore, vicino a Kingston. Dopo una infanzia ed una adolescenza problematica in cui riesce ad affinare la sua capacità di scrivere liriche, la grande attenzione arriva rapidissima quando allo Sting Concert del 1994 canta "acapella" (senza cioè l'accompagnamento musicale) per la prima volta il suo inno contro la corruzione politica "Fire pon Rome", lasciando tutti i presenti senza fiato e provocando addirittura in seguito dei divieti di programmazione radiofonica del brano in Jamaica. "Fire pon Rome" resta a tutt'oggi uno dei suoi brani più famosi, e con lo scagliare del fuoco simbolico della purificazione su Roma, intesa come metafora della corruzione politica, Anthony B contribuisce a diffondere la simbologia forse più intensa ed efficace del reggae dei nostri giorni. Il boicottaggio radiofonico non fa che rafforzare la fama del giovane artista:il produttore per cui Anthony B registra le cose migliori in questo periodo è senz'altro Richard Bell per la cui label Startrail escono nel 1996 un primo infuocato album dal titolo significativo di "Real revolutionary" ed il secondo "Universal struggle", un vero capolavoro del reggae con cui il giovane artista consolida la sua fama anche fuori dalla sua patria natale. Anthony B è un fervente rasta affiliato alla confraternita dei Bobo Dreads e la maggior parte delle sue liriche contengono messaggi di liberazione per gli abitanti dei ghetti jamaicani ed infuocate invettive contro il potere economico di Babylon che mantiene una schiavitù economica che di fatto dovrebbe essere abolita. E' uno degli artisti jamaicani ad avere svolto negli ultimi anni dei regolari tours di concerti in USA ed in europa e questo ha contribuito ad un buon allargamento della sua audience.
Il suo terzo album con Richard "Bello" Bell, "Seven seals" pur mantenendosi su buoni livelli non infiamma come i due precedenti. Nel 2001 Anthony B ritorna con ben due eccellenti albums, "That's life", una raccolta di brani perloppiù già usciti come singoli per vari produttori, e "More love", ottima raccolta prodotta interamente da Robert Ffrench. Nell'estate 2001 Anthony B svolge un trionfale tour europeo che lo vede esibirsi anche al Rototom Sunsplash in un concerto memorabile. Qualche giorno prima della data di Osoppo Anthony B infiamma letteralmente Tolosa, in Francia e questo concerto sarà immortalato nel 2002 dal suo doppio CD live significativamente intitolato "Live from the battlefield". Nel frattempo Anthony B continua ad essere uno dei più prolifici artisti jamaicani, a registrare ottimi singoli con molti dei migliori produttori jamaicani ed ad essere uno degli autori dei brani piu' socialmente impegnati e sferzanti dell'intero panorama del reggae jamaicano. Nel 2003 esce 'Street knowledge', l'album che contiene la sua strepitosa "Police" già apparsa più di un anno prima nel mercato giamaicano dei singoli. La forza della denuncia della violenza e della corruzione della polizia in Giamaica infiammano il pubblico del reggae e questo brano diventa il suo nuovo inno reso veramente con grande intensità nelle sue esibizioni live. Negli ultimi tempi sono usciti due nuovi albums di Anthony B, "Powers of creation" prodotto dal veterano francese Frenchie soprattutto "Untouchable", album che costituisce una svolta con il suo reggae molto incrociato con l'hip hop e la "urban music" statunitense. Un recente tour italiano lo ha mostrato nella grande forma di sempre e siamo certi che anche ad Osoppo Anthony B manterrà il suo standard altissimo di spettacolarità.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Bandiera Umana di Pace

Alle 17,00 di un pomeriggio domenicale pieno di sole migliaia di persone si sono sedute in un grande abbraccio sul prato del Parco del Rivellino per scrivere con i loro corpi la parola PACE.
Registrato durante la 11° edizione del Rototom Sunsplash Festival.
Per gentile concessione dell'Associazione Culturale Rototom
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Mare Nostrum, intervista a Stefano Mencherini

Stefano Mencherini, giornalista e regista Rai, è autore del documentario "Mare Nostrum", uno dei pochissimi - e certo tra i più analitici - documenti filmati sui centri di accoglienza temporanea. In pochissimi, però, hanno avuto la possibilità di vedere il filmato, che è stato rifiutato da quasi tutte le emittenti italiane. Innumerevoli anche gli episodi di vera e propria censura di cui il documentario e il suo autore sono stati oggetto allo scopo di impedire proiezioni pubbliche.
In quest'intervsita Stefano Mencherini racconta del filmato - che presto sarà disponibile su Arcoiris - e di una scomoda realtà italiana.
Visita il sito blog: www.stefanomencherini.org
Intervista realizzata in collaborazione con Radio Citta del Capo: www.radiocittadelcapo.it

Verità, grido il tuo nome! - il video-denuncia sulla morte di Federico Aldrovandi

Ad un anno dall'uccisione di Federico Aldrovandi (la notte del 25 settembre 2005) da parte di quattro agenti di Polizia, pubblichiamo questa video-denuncia in cui ricostruiamo:
gli avvenimenti di quell'alba;
la lotta da parte dei familiari, degli amici e di tutti coloro che hanno dato la propria solidarietà;
la testimonianza di Anne Marie, che rompendo il silenzio, dopo diversi mesi, ha raccontato con grande lucidità quello che ha potuto vedere.
Infine dedichiamo un ricordo a Federico attraverso le fotografie che ripercorrono la sua troppo breve vita, tra le parole commuoventi della madre - Patrizia Moretti.
Regia: Paolo Bertazza
Produzione: Feedback Video

Visita il sito: www.veritaperaldro.it