Arcoiris TV

Chi è Online

104 visite
Libri.itARTE MODERNA 1870-2000. DALLIMPRESSIONISMO A OGGI - #BibliothecaUniversalisN.197 BRUTHER (2012-2018)HENRI MATISSE. CUT-OUTS. DRAWING WITH THE SCISSORSROCKY: THE COMPLETE FILMS - edizione limitataSFILATA DI NATALE. UN CALENDARIO DELL

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: ARTE CULTURA E MEDIA

Totale: 148

Beso Animal



1996

con:
Claudia Vergara
Nestor Cantillana

Dirección
Eduardo Alamo

Texto
Eduardo Anguita

Producción
Marcela Kern F.

La Costituzione negata

La Costituzione negataNADiRinforma partecipa alla mostra-evento - “La Costituzione negata” 1950-60 sulle lotte per la giusta causa - presso la Sala Borsa di Bologna. All'inaugurazione della mostra avvenuta il 19 luglio '11 hanno partecipato: Ernesto Cevenini, Presidente dell'Assoc. Licenziati per Rappresaglia Matteo Lepore, Assessore alla Comunicazione Comune di Bologna, in rappresentanza del Sindaco Virginio Merola Carlo Ghezzi, Presidente della Fondazione Di Vittorio Giovanni Pieretti, Università di Bologna Danilo Gruppi, Segretario CDLM di Bologna Bruno Papignani, Segretario generale FIOMLa mostra, che potrà essere visitata sino al 30 luglio '11, vuole raccontare una pagina di storia che narra l'ingiustizia ed il dramma umano di una disoccupazione imposta, la negazione delle capacità professionali, il rifiuto del riconoscimento di diritti elementari come la salute sul lavoro, la possibilità di lottare per migliori condizioni ed una retribuzione dignitosa, la libertà di esprimere il proprio pensiero. Ma anche la volontà di lotta, il coinvolgimento di un'intera comunità, il forte legame di solidarietà fra uomini e donne, operai e contadini, che ha segnato la storia del movimento operaio bolognese e che vive ancora oggi

Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.cgilbo.it

Visita il sito: www.icareancora.it

“Vigin parte per l’Australia” di Davide Lajolo

Sul tema delle migrazioni, a cui è costretta da sempre la povera gente, ecco un racconto di Davide Lajolo: Vigin, come tanti italiani, dovette emigrare dal suo amato paese di Vinchio nell’Astigiano verso l’Australia. Dice Vigin: “l’emigrazione è la condanna più ingiusta per l’uomo”.Il racconto è introdotto e letto da Valentina Archimede nipote di Davide Lajolo, il partigiano Ulisse, nato a Vinchio tra le verdi colline, che – lui diceva - si accavallano all’orizzonte come le onde del mare.L’evento si è svolto presso la quercia secolare in località La Ru nella Riserva Naturale della Val Sarmassa ed è stato organizzato dalla Associazione Culturale Davide LajoloVisita il sito: www.davidelajolo.it

P.A.P.I.C.

Una conversazione scellerata sul mondo, l'arte e la guerra
Con
Dragan Papic
di:Andrea Mainardi
Antonio Pirrone
Informazioni: mainardi.ics@virgilio.it
Informazioni: tonypirro@yahoo.it

Christian Boltanski a Milano

Al Pac di Milano 12 installazioni di uno degli artisti più interessanti del panorama contemporaneo. Segni essenziali, opere quasi evanescenti; non quadri né sculture né oggetti, ma emozioni, simboli visivi e sonori, che riportino l'uomo contemporaneo a uscire dalla fisicità e dal materialismo per interrogarsi sulla questione ultima dell'esistenza: lo scorrere della vita e la scadenza della morte: queste le intenzioni dell'artista parigino, che nel '68 abbandonò la pittura per trovare espressioni originalissime e tragiche attraverso lenzuola, lampadine, cornici, fotografie in bianco e nero.
La mostra resta aperta fino al 12 giugno 2005

Intervista a Anita Trivelli

Anita Trivelli, docente all'Università di Chieti, tiene su Cinemasessanta uno spazio sul cinema delle donne, commenta i film di questa edizione con una sottolineatura efficace del valore estetico.

El pensamiento de Belgica Castro ...una mujer de teatro



Dirección
Mauricio Alamo

Cámara e Iluminación
Carolina Rivas

Sonido
Felipe García

Nicola Vitale - Lo stato attuale dell'arte tra decadenza e rinnovamento radicale - 1a parte

Come interpretare il percorso storico dell’arte per comprendere la decadenza del secondo Novecento. Per venire a capo dei motivi che hanno indotto le arti del Novecento alla decadenza contemporanea occorre abbandonare l’analisi dei linguaggi, per ritornare alle vecchie categorie nietzscheane di apollineo e dionisiaco, che interpretate e colte alla luce dell’esperienza concreta della pittura e della scultura ci consentono di comprendere il ciclico rinnovarsi e decadere dell’arte occidentale.Apollineo e dionisiaco sono infatti le uniche categorie che ci permettono di cogliere l’arte in un confronto tra linguaggio ed esperienza estetica, tra «interessante» e «bello», tra interpretazione e istinto, tra temporalità ed eternità, tra divenire ed essere.Milano 4 maggio 2009Guarda la seconda parte del dibattito

Visita il sito: www.casadellacultura.it

L?Ultrapop in mostra

Popolare, slang, iperurbano e metropolitano, l'ultrapop deriva dalla pop art e ne porta all'estremo le conseguenze. Personaggi e oggetti attinti da tivù, giornali, pubblicità, videogiochi vengono trasformati in un trash crudele e spietato: con colori e forme ad effetto va in scena, in queste tele, la tragedia postmoderna.
Ai Musei di Porta Romana, a Milano

Radio Stentor



Historia de la radio Stentor desde los años 1930 hasta el presente.
Con material del Archivo Histórico de la Nación y aporte de los habitantes de la Ciudad de Lomas del Mirador- Pcia de Bs.As. Con relatos en off de Noe.

Fuente: Creación de Pablo Aleandro, La Matanza, Argentina
Fecha : Año 2005, Argentina

Contacto: pabloaleandro@speedy.com.ar


Visita el sitio: http://la-matanza.blogspot.com/